Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
6 mag 2022

Malamovida, si riparte dagli steward Con sagrati vietati e bagni gratis

Nuovo piano in funzione da giugno. Il sindaco Nardella: "Ognuno tratti la città come il salotto di casa". Il presidente della Camera di Commercio Bassilichi: "Fondamentale aiutare le attività commerciali"

6 mag 2022
paola fichera
Cronaca
Sui sagrati di Santa Croce, Santo Spirito e Sant’Ambrogio si potrà sostare ma non bere né mangiare il venerdì e il sabato sera
Sui sagrati di Santa Croce, Santo Spirito e Sant’Ambrogio si potrà sostare ma non bere né mangiare il venerdì e il sabato sera
Sui sagrati di Santa Croce, Santo Spirito e Sant’Ambrogio si potrà sostare ma non bere né mangiare il venerdì e il sabato sera
Sui sagrati di Santa Croce, Santo Spirito e Sant’Ambrogio si potrà sostare ma non bere né mangiare il venerdì e il sabato sera
Sui sagrati di Santa Croce, Santo Spirito e Sant’Ambrogio si potrà sostare ma non bere né mangiare il venerdì e il sabato sera
Sui sagrati di Santa Croce, Santo Spirito e Sant’Ambrogio si potrà sostare ma non bere né mangiare il venerdì e il sabato sera

di Paola Fichera Il traguardo da raggiungereè quello di una movida sostenibile perché l’estate che si avvicina si annuncia più complicata che mai dopo due anni di pesanti restrizioni imposte dalla pandemia. Da un lato la voglia di divertirsi dei più giovani, dall’altro il rispetto dei più elementari diritti di chi vive in centro. Così il nuovo ’piano messo a punto da Palazzo Vecchio insieme a prefettura, questura e categorie economiche è articolato. Ci sono gli steward a presidiare le aree più critiche (già in funzione), e poi, dal primo fine settimana di giugno, misure per tutelare i sagrati di santa Croce, santo Spirito e sant’Ambrogio con divieto stabile di stazionamento, divieto di mangiare e bere sui sagrati e sulle scalinate nel fine settimana, bagni aperti gratuitamente dalle 21 alle 3 del mattino, dal giovedì al sabato, e poi potenziamento dei controlli e degli interventi di pulizia con operatori Alia. Ieri la firma in Prefettura del protocollo di intesa per la gestione partecipata della movida. "Un pacchetto di misure per attraversare la prossima estate con tutte le precauzioni possibili – ha detto il sindaco Dario Nardella – perché i cittadini devono potersi divertire nel rispetto degli altri. Il protocollo rappresenta un’idea di sicurezza partecipata che si basa su un rapporto proficuo tra istituzioni pubbliche, imprese e forze dell’ordine e gli steward. È il risultato di un bel lavoro di squadra. Il resto sta alle persone, che hanno tutto il diritto di vivere la città, sempre, però, rispettandola, amandola, tenendola pulita e ordinata come il salotto di casa propria". "Un accesso ai locali pubblici ordinato e in sicurezza, anche sanitaria – ha aggiunto il presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi – è fondamentale per aiutare la ripartenza delle attività commerciali e far acquisire agli operatori economici capacità competitiva e rinnovata stabilità, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?