Luce! Uno sguardo nuovo sul mondo. Così i giovani potranno cambiarlo

Successo per il Festival del portale del gruppo Monrif dedicato ai temi dell’unicità, inclusione e coesione. Talk, dibattiti e citazioni incentrati su attualità, parità di genere, diversità, disabilità e condizione femminile.

"Bisogna a volte semplicemente cambiare punto di vista e fare come si fa come quando si guardano le lucciole". La citazione di Calvino, da “Il sentiero dei nidi di ragno“, di Agnese Pini, direttrice di Qn (La Nazione, Il Giorno, Il Resto del Carlino, Luce!) riassume al meglio il terzo Festival di Luce!, terzo compleanno del primo newsbrand dedicato ai temi dell’unicità, inclusione e coesione, progetto editoriale del Gruppo Monrif.

Nel Salone dei Cinquecento una giornata di festa e riflessione, ricca di dibattiti con ospiti dal mondo dell’economia, della politica e dello spettacolo, su argomenti di forte attualità: parità di genere, diversità, disabilità, condizione femminile. Dal ministro dell’Istruzione e del MeritO, Giuseppe Valditara (che "la scuola rappresenti il ‘cervello e l’anima’ della società", il suo auspicio) ai duetti musicali del sindaco Dario Nardella che al violino accompagna Riccardo Zanotti, frontman dei Pinguini Tattici Nucleari. Dal messaggio del presidente emerito Giuliano Amato sulla disparità di genere ("Il maschio è un animale imperfetto rispetto alle risorse di cui dispongono le donne e ha costruito una società maschilista per coprire e nascondere la sua imperfezione") fino all’Eleganzissima Drusilla Foer, innamoratissima di Pinocchio.

"E’ un eroe, non è un perdente. Eroe perché va incontro all’esperienza con sfrontatezza: nel suo viaggio incontra l’inganno, la manipolazione, l’ingiustizia, la prigionia. Sono tutte esperienze e i giovani d’oggi hanno bisogno di farle" le parole dell’alter ego di Gianluca Gori. Ma i veri protagonisti del Festival sono stati i giovani, tanti da far aprire anche il salone della Fondazione Zeffirelli per un videocollegamento. Gli studenti, l’anima della festa, con lo sguardo fiero di chi crede di poter cambiare il mondo. Sessualità, condizione femminile, disuguaglianze, ambiente, tutti temi su cui hanno già iniziato ad accendere una nuova luce.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro