L’Orchestra della Toscana inaugura la stagione nel segno di Mahler

L'Orchestra della Toscana si espande con l'Orchestra Giovanile Italiana per interpretare al meglio le opere di Mahler. Il 4 novembre al Teatro Verdi di Firenze, con Markus Stenz sul podio, si eseguiranno la Sinfonia n. 4 e i Kindertotenlieder con Sophie Harmsen come solista.

L’Orchestra della Toscana inaugura la stagione nel segno di Mahler

L’Orchestra della Toscana inaugura la stagione nel segno di Mahler

Per inaugurare alla grande e con un occhio rivolto ai giovani la sua 43esima stagione concertistica, l’Orchestra della Toscana si confronta con il gigante Gustav Mahler e per interpretarlo al meglio e affrontare il suo complesso repertorio sinfonico, si espande a dismisura, grazie alla fusione con l’Orchestra Giovanile Italiana. Il 4 novembre (ore 21) al Teatro Verdi di Firenze l’Ort sarà quindi protagonista nel segno di Mahler, in sintonia con l’Ogi, il complesso didattico costituito quarant’anni fa da Piero Farulli alla Scuola di musica di Fiesole. Per l’occasione sul podio ci sarà Markus Stenz, già direttore principale delle orchestre di Baltimora, di Seoul e della Radio olandese. Sarà lui a dirigere questo programma ’tutto Mahler’, che brilla di due opere capitali completate nei primissimi anni del Novecento: la Sinfonia n. 4 e i Kindertotenlieder ("Canti per i bambini Rückert morti"), basati sulle liriche del poeta tardo-romantico Friedrich Rückert. Solista per questi Lieder e nella Quarta è Sophie Harmsen, mezzosoprano il cui repertorio d’elezione è quello austro-tedesco.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro