L’amore corre sul taxi: "Una specie di telepatia"

Fabrizio lavorava a Torino, Maria Cristina a Firenze: si sono incontrati su Facebook grazie a "Vivere" di Vasco Rossi. E alla fine si sono sposati.

L’amore corre sul taxi: "Una specie di telepatia"
L’amore corre sul taxi: "Una specie di telepatia"

Si sono innamorati sulle note di "Vivere", la canzone di Vasco Rossi che oggi, a distanza di sette anni, è diventata anche la loro canzone. Era il 4 luglio 2017, Fabrizio e Maria Cristina erano fuori servizio, e anche se a centinaia di chilometri di distanza, erano entrambi sul divano ad ascoltare lo stesso concerto trasmesso in tv. Mentre lo guarda Fabrizio si connette a Facebook e di getto scrive una frase di quel brano che, in quel preciso momento, lo stava tenendo incollato al televisore: "Vivere anche se sei morto dentro". "Subito dopo leggo le stesse parole sulla pagina di Maria Cristina che, tra le altre cose, non sapevo nemmeno fosse tra i miei contatti" racconta con un sorriso Fabrizio Conti, tassista del 4390. Fabrizio, 52 anni, nato e cresciuto a Torino, allora ha pensato a una coincidenza del destino, e ha deciso di scriverle in privato. "Lei in nemmeno mezzo secondo mi ha risposto, abbiamo iniziato a scriverci, abbiamo parlato del più e del meno e ho scoperto che anche lei fa la tassista. Io a Torino, lei a Firenze" sorride. D’altra parte, le distanze per due tassisti non possono essere un problema e Fabrizio e Maria Cristina sono rimasti in contatto fino a quando un giorno, il 25 luglio 2017, Fabrizio decide di andare a trovare un carissimo collega a Pisa. "La chiamo e le dico che sarò in Toscana, lei è in ferie a Rosignano e mi invita ad andare a prendere un caffè. Accetto l’invito e ci incontriamo. Tra me e me penso ’mi piace’ ma il tempo è tiranno, vola e dovevo tornare a casa e quindi salutarla".

"E’ stato un po’ un colpo di fulmine – dice Maria Cristina -, tutti e due venivamo da storie difficili. Ci siamo capiti al volo, siamo entrati subito in sintonia. Dentro di me ho pensato ’è quello giusto’. La nostra storia, è partita così, esattamente così". Le telefonate sono diventate sempre più frequenti, Fabrizio ha iniziato a fare Torino-Firenze settimanalmente. "Stavamo bene insieme, eravamo affiatati ma le distanze iniziavano a essere un problema. Ho cominciato a non dormire la notte, mi sono chiesto: come si fa? Lei da buona fiorentina non avrebbe mai lasciato la sua città e io da buon zingaro, colpo di testa, lascio il lavoro, la casa, la famiglia e vendo tutto".

Così dopo cinque mesi Fabrizio si è trasferito a Firenze, è iniziata la convivenza e poi è arrivato il matrimonio. "Ci siamo sposati il giorno del suo compleanno, il 15 giugno 2019. Oggi si divide tutto, anche il lavoro". "La nostra relazione è stata un crescendo e come tutti abbiamo i nostri alti e bassi ma l’amore non è bello se non è litigarello – sorride Maria Cristina -. Il segreto per stare bene insieme? Mettersi sempre nei panni dell’altro". Questa è la storia di Fabrizio e Maria Cristina e del taxi Torino 73, che è diventato Berna 42.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro