La questione delicata dei millesimi

Luca Santarelli Gentile Avvocato Negli ultimi tempi si sta verificando il problema delle d...

Luca

Santarelli

Gentile Avvocato

Negli ultimi tempi si sta verificando il problema delle divisioni degli immobili condominiali. Alcuni proprietari hanno deciso di trasformare il proprio appartamento in due o più unità immobiliari distinte sia dal punto di vista catastale che impiantistico e abitativo Questo fatto comporta notevoli problematiche anche di carattere condominiale (citofoni, impiantistica in generale e parcheggio auto). Chiedo pertanto gentilmente se questo deve autorizzato dal Condominio.

G.S.

Gentile Lettore,

per poter suddividere una unità immobiliare in due o più nuove unità non occorre alcuna autorizzazionedelibera da parte del Condominio. E’ invece obbligatorio che il condomino interessato comunichi preventivamente all’amministratore i lavori che intende eseguire (art. 1122 codice civile). In ogni caso il condomino “non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell’edificio.” La divisione deve inoltre osservare le norme urbanistiche vigenti e che variano da Comune a Comune. Alcuni problemi sono inevitabili come lei ben ha individuato. Il citofono può essere modificato, purché la campanelliera lo permetta, altrimenti l’interessato a sue spese dovrà installarne una nuova identica a quell’attuale con un tasto in più. Lo stesso dicasi per le cassette delle lettere. Il posto auto non è un problema: quello che era assegnato all’immobile, dovrà essere goduto a turnazione dai nuovi proprietari degli appartamenti sorti dal divisione, nulla deve cambiare agli altri. Anche la tabella millesimale non cambia, il condomino a sue spese deve fornire i millesimi delle nuove unità immobiliari.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro