La promessa di Sara: "Ho chiesto un incontro al ministro Piantedosi. Sicurezza? Una priorità"

Nella prima intervista pubblica all’Orto San Frediamo Funaro tocca più temi. Ma sulla futura giunta non si sbilancia: "Mi prendo tutto il tempo,. ci sto lavorando e annuncerò la mia squadra al momento opportuno". .

La promessa di Sara: "Ho chiesto un incontro al ministro Piantedosi. Sicurezza? Una priorità"

La promessa di Sara: "Ho chiesto un incontro al ministro Piantedosi. Sicurezza? Una priorità"

di Antonio Passanese

FIRENZE

"Ho chiesto agli uffici una mappatura totale dei cantieri della città per gestire le tempistiche dei lavori della tramvia in parallelo agli altri lavori. Serve il massimo sforzo da parte delle ditte per terminare la Variante centro storico (che collegherà la Fortezza a piazza San marco, ndr) entro fine agosto. Chiudere viale Matteotti? Non se ne parla neanche". Ad assicurarlo è la neo sindaca Sara Funaro, nella sua prima intervista pubblica, davanti alle cento persone accorse per l’ultimo appuntamento de “Gli Incontri dell’Orto”, la rassegna organizzata dall’agenzia di comunicazione Galli Torrini nella cornice dell’Orto San Frediano.

Rispondendo alle domande di Massimo Vanni, curatore della rassegna, e Paolo Ceccarelli, direttore dell’agenzia, la sindaca ha toccato tutti i temi caldi della città, a partire dalla sicurezza.

"C’è un tema vero di mancanza di forze dell’ordine nella nostra città – ha detto Funaro –. Gli 87 nuovi agenti annunciati dal governo sono una buona notizia, ma non basteranno, e inoltre non sappiamo ancora quanti di loro sono in aggiunta e quanti arriveranno come compensazione dei prepensionamenti. Continuerò a chiedere fino allo sfinimento 250 agenti in più per Firenze: per questo ho chiesto un incontro al ministro Piantedosi".

Sempre in tema di sicurezza, la prima cittadina ha rimarcato che le Cascine "sono una delle mie priorità. Sono una testarda e voglio valorizzare questo parco che è uno dei polmoni verdi più belli della città, con un enorme potenziale di sviluppo e vivibilità. Serve una gestione unitaria per unire tutte le attività che si svolgono sul territorio, ed estenderle a tutto il parco. I problemi delle Cascine si risolvono solo se le fai vivere con attività pensate per i fiorentini di tutte le età".

Capitolo overtourism: "Sugli Airbnb aspettiamo la sentenza del Tar ma per me si va avanti – ha detto Funaro – la delibera sugli affitti brevi della precedente giunta è importante e cerca di garantire la salvaguardia dell’identità della città. Dobbiamo unirci alle altre città turistiche per chiedere al governo una diversa regolamentazione del mercato che ci permetta di poter fare interventi a tutto tondo".

Sulla futura giunta la sindaca non si sbilancia e non dà alcuna anticipazione: "Mi prendo tutto il tempo necessario, ci sto lavorando, al momento opportuno la annuncerò. I tempi sono quelli dettati anche delle scadenze del Consiglio comunale (che dovrebbe tenersi il 15 luglio, ndr). Entro il fine settimana devo convocare la prima seduta. Entro quella data verrà annunciata anche la mia squadra". Infine la sindaca rilancia l’iniziativa inaugurata in campagna elettorale. Continuerà ad ascoltare le istanze dei fiorentini in strada o nelle piazze, organizzando degli appuntamenti in cui ascoltare le loro esigenze. Prima del voto la cosa era stata battezzata ‘Sara is in’, ora per "il ricevimento dei cittadini ricalcherò le modalità di ‘Sara is in’. Si potrebbe fare ‘Mayor is in’".