La Caritas diventa anche ristorante. Volontari e ospiti ai fornelli e in sala

Dal giovedì alla domenica al centro Le Torri. Due chef preparano il menu .

La Caritas diventa anche ristorante. Volontari e ospiti ai fornelli e in sala

La Caritas diventa anche ristorante. Volontari e ospiti ai fornelli e in sala

Il primo ristorante gestito da volontari e ospiti della Fondazione Caritas fiorentina apre oggi, alle 19,30, al Centro Le Torri ) a Villa Vogel, dove la Fondazione già gestisce all’ora di pranzo una delle mense cittadine. Ora la decisione di aprire lo spazio a tutti di sera, dal giovedì alla domenica, dalle 19,30 per proporre primi e secondi piatti, burger, street food, pizze. Il menu è preparato dallo chef Gabriele Andreoni insieme allo storico chef della Fondazione Carlo Mazzola. In cucina e in sala sono aiutati da volontari e da persone che beneficiano dei servizi delle strutture della Caritas fiorentina: i minori dei centri di accoglienza, studenti e delle scuole alberghiere che già con i loro insegnanti collaborano con le mense cittadine, pensionati, ragazze che stanno seguendo il servizio civile, giovani con disabilità. L’idea è di affidare la preparazione di pane e schiacciate, una volta ottenuto il via libera dell’autorità giudiziaria, a un ex fornaio beneficiario delle misure alternative alla detenzione, accolto alla casa Il Samaritano della Fondazione.

"Il gruppo è formato da un mondo multiforme in cui ciascuno con la propria forza, il proprio stile, la propria sensibilità dà un contributo importante. Per tutti è un’occasione per creare relazioni, per alcuni un’opportunità anche per imparare un mestiere", spiega il presidente Vincenzo Lucchetti (nella foto). "È un sogno che si realizza, e continua il percorso di don Danilo Cubattoli e Ghita Vogel, sua storica collaboratrice, che ci hanno donato la struttura de Le Torri. Un luogo dove ci si sente a casa".