Carabinieri in una foto di repertorio (Fotocronache Germogli)
Carabinieri in una foto di repertorio (Fotocronache Germogli)

Tavarnelle Val di Pesa (Firenze), 7 settembre 2018 - Un intero paese sotto choc per la morte di Bruno Rovai, un 75enne di Tavarnelle val di Pesa. E' accaduto nella serata di giovedì 6 settembre prorpio a Tavarnelle, dove tutti si conoscono e dove ora nessuno riesce a credere a quello che è accaduto. Un uomo, per il quale gli esami hanno rilevato quantità di alcol e droga in corpo, ha investito e ucciso con la sua auto lo stesso Rovai non lasciandogli scampo.

E' accaduto in viale Gagny. Rovai era con la moglie e altri amici. La donna, anch'essa investita, è stata trasportata all'ospedale di Ponte a Niccheri con fratture multiple. I due erano appena scesi dall'auto quando sono stati travolti. Immediato l'allarme al 118 e ai carabinieri. Si è tentato di rianimare la vittima ma non c'è stato niente da fare.

Proprio durante i rilievi dei carabinieri, che si erano già messi sulle tracce del pirata della strada, l'uomo ha chiamato il 112 manifestando l'intenzione di volersi costituire. Arrivato in caserma, è stato sottoposto a interrogatorio e quindi trasferito nel carcere di Sollicciano. Si tratta di un 49enne anche lui di Tavarnelle, italiano. Le accuse per lui sono omicidio stradale e omissione di soccorso. La sua autovettura è stata sottoposta a sequestro. Tavarnelle è un paese sconvolto. Tutti conoscevano Bruno Rovai, attivo in un coro locale e nel volontariato.