Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Il mobilificio Andreoni risorge dalle ceneri Domani la riapertura

Dalla devastazione alla rinascita: il mobilificio Andreoni della zona artigianale di Meleto, distrutto nel rogo della notte tra il 21 e il 22 luglio scorso, riapre. "Troveremo la forza per rialzarci e ripartire". Aveva detto Stefania Andreoni, una dei soci della falegnameria, il giorno dopo il rogo. Questa forza l’hanno trovata, si sono rialzati e domani inaugureranno il nuovo capannone nato sulle ceneri del vecchio. La fase di ricostruzione iniziò qualche settimana dopo che le fiamme avevano divorato 45 anni di storia della falegnameria. "Erano rimasti soltanto i 4 pilastri, quasi a rappresentare che i 4 soci della ditta erano ancora in piedi. E da lì siamo partiti a ricostruire tutto, anche i pavimenti. Dopo 6 mesi era già su, restavano da fare le rifiniture", racconta alla Nazione Stefania Andreoni. Il dopo incendio è stato caratterizzato dalla solidarietà e "un grazie speciale va a tutti i nostri fornitori e ai clienti che ci hanno aspettato, a parenti e amici che ci hanno sostenuto e alle ditte che ci hanno consentito di portare avanti la produzione senza mai smettere di lavorare".

AnSet.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?