Il giorno della rievocazione storica. Grande attesa e novità in vista

Migliaia di visitatori previsti per assistere alla rappresentazione delle scene della passione di Gesù

Il giorno della rievocazione storica. Grande attesa e novità in vista

Come ogni venerdì santo. , andrà in scena la Rievocazione storica della Passione di Cristo. È la 41esima edizione.

di Manuela Plastina

È il giorno più atteso di Grassina: va in scena la Rievocazione storica della Passione di Cristo. Come ogni venerdì santo, le strade della frazione si preparano ad accogliere migliaia di visitatori arrivati anche da lontano per assistere al corteo storico e alle scene della passione di Gesù, accompagnandolo fino alla collina di Mezzosso che per l’occasione diventa un piccolo Golgota. Per la sua edizione numero 41, il comitato organizzatore Cat ha previsto alcune novità: ci sarà la nuova scena della flagellazione in piazza Umberto I che anticipa il processo di Ponzio Pilato, l’omaggio all’artista Paolo Maia con la raffigurazione del suo quadro la "Cena di Emmaus" ospitato nella vicina chiesa di San Michele a Tegolaia.

Anche il Balletto di Salomè avrà una nuova coreografia firmata da Donatella Cantagallo e dalla Scuola di danza di Grassina. Si parte alle 21,15 da piazza Umberto I per poi giungere alla crocifissione sulla collina in località Bubè. Oltre 120 i volontari e 15 i mezzi - in particolare di Vab e Fratellanza popolare di Grassina – saranno al lavoro per dare un contributo logistico alla manifestazione.

Fin da stamani però si potrà entrare nello spirito della Rievocazione con visite all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote affrescato da Spinello Aretino e, con un servizio navetta gratuito per i possessori del biglietto della manifestazione, una degustazione enogastronomica al Podere Ema e all’Azienda Malenchini.

Nel pomeriggio la giuria di esperti sarà impegnata tra i negozi del CCN Grassina e le sue Botteghe per il tradizionale concorso delle vetrine dal tema "Le tradizioni pasquali".

Tanti i fotografi che gireranno per le strade della frazione: per il primo anno infatti la Rievocazione di Grassina aderisce al concorso fotografico nazionale promosso dalla Rete Europassione per l’Italia. I partecipanti potranno documentare con i loro scatti la rappresentazione, ma anche il pubblico e la manifestazione, nonché la preparazione delle scene, le prove dei figuranti e il "dietro le quinte".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro