Gli oli ripolesi in gara. Vince Podere Quarto

La consegna della Gocciola d’oro allo Spedale del Bigallo. Gli altri premiati

Gli oli ripolesi in gara. Vince Podere Quarto
Gli oli ripolesi in gara. Vince Podere Quarto

BAGNO A RIPOLI

L’extravergine del Podere Quarto di Diletta Guicciardini Corsi Salviati e figli è il migliore olio ripolese del 2023: ha vinto la 25ª edizione del Gocciola d’oro, il concorso degli oli locali che chiude PrimOlio. Dieci i partecipanti a questa edizione con i loro prodotti giudicati dai sommelier dell’olio professionisti di Anapoo: li hanno valutati sulla base di caratteristiche olfattive e gustative, ma anche di analisi fisico-chimiche condotte in laboratorio. L’olio del Podere Quarto (che l’anno precedente arrivò terzo) è stato giudicato il migliore di questa annata: ha ricevuto in premio un ramo d’olivo di artigianato artistico in bronzo realizzato dalla Fonderia Artù. La consegna è avvenuta all’antico Spedale del Bigallo durante la tradizionale cena di PrimOlio che chiude di fatto la vetrina dell’oro verde ripolese. Sul podio sono salite altre tre aziende locali: l’azienda Reto di Montisoni dell’Antella ha ceduto lo scettro dopo tre vittorie consecutive, classificandosi comunque al secondo posto, mentre al terzo c’è stato un ex equo tra l’olio evo della Fattoria Ramerino e quello dell’azienda Palazzaccio. Premio speciale anche per il migliore olio prodotto da aziende non di Bagno a Ripoli: ha vinto Poggio di Montepescoli di Pelago.

"In un’annata complicata e poco generosa – commenta Alessandro Parenti di Anapoo -, l’olio ripolese è molto buono, equilibrato, non invadente, che racconta molto al gusto e al naso in tutti i produttori".

La cena per la prima volta è stata imbastita da una brigata di chef del territorio: Andrea Perini del ristorante Al588 di Borgo Vicelli, Matteo Innocenti dell’Alimentari Innocenti, Bianca Maria Meli di Staccia Buratta, Stefano Frassineti, Francesco Mugellini della Gelateria Vitali, Alessandro Trivigno de La Dispensa di Villamagna, la Siaf e il Podere Belforte hanno unito le forze e donato la loro maestria (a titolo gratuito) per rendere omaggio all’olio e alla terra di Bagno a Ripoli. "PrimOlio si conferma un’importante vetrina rivolta al pubblico, ma anche una fucina in cui si scambiano conoscenze, tecniche e sperimentazioni – commenta l’assessore allo sviluppo economico Francesca Cellini -: favorisce la diffusione di una cultura dell’olio che fa crescere le aziende, i loro prodotti di eccellenza e la consapevolezza dei consumatori".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro