Ha 24 anni e lavora nel mondo della comunicazione. Dopo due mesi passati in casa e dopo aver osservato le regole Lorenzo Somigli, fiorentino, è tornato a fare serata "per rivedere gli amici e il centro della città".

Come te, tanti ragazzi hanno affollato i luoghi della movida creando assembramenti...

"Questi due mesi di chiusura sono stati duri. Abbiamo tutti una grande voglia di tornare a vivere. Ho rivisto i miei amici ma nel rispetto delle regole, usando la mascherina e mantenendo le distanze. In questo momento, più che mai, c’è bisogno di un po’di spensieratezza".

A Firenze ci sono diversi comitati anti-movida che chiedono regole più rigide...

"Pur comprendendo le ragioni dei residenti, credo che in questo periodo serva un po’ di tolleranza. Bisogna aiutare le attività a riprendersi, bisognerebbe tutti, a seconda delle proprie possibilità, sostenere con una consumazione il pub o il ristorante".

Spesso si parla del popolo della movida, per tanti, senza rispetto...

"Non è così, non sempre. C’è voglia di divertirsi ma nel divertimento sicuro e nel rispetto delle regole non c’è niente di male. Siamo in una fase in cui bisogna conciliare più che mai le esigenze di tutti".

ross.c.