I funerali di Idy Diene a Firenze (foto Gianluca Moggi / NewPressPhoto)
I funerali di Idy Diene a Firenze (foto Gianluca Moggi / NewPressPhoto)

Firenze, 13 marzo 2018 - Firenze dà l'ultimo saluto all'Uomo del Sorriso': così l'imam Izzedin Elzir ha definito stamani, durante il rito funebre tenuto alle cappelle del Commiato, Idy Diene, l'ambulante senegalese ucciso il 5 marzo scorso sul ponte Vespucci dal pensionato Roberto Pirrone, che lo ha freddato a colpi di pistola. Una folla commossa di svariate decine di persone ha preso parte alla celebrazione. A rendere omaggio alla salma di Idy (che oggi ripartirà per il Senegal dove nei prossimi giorni si celebreranno i suoi funerali) ed a abbracciare la moglie e il fratello, Rockhaya e Aliou, anche il sindaco Dario Nardella insieme ai suoi assessori, l'arcivescovo Giuseppe Betori e il rabbino della comunità ebraica Amedeo Spagnoletto.

In occasione del lutto cittadino saranno esposti la bandiera della città di Firenze abbrunata o a mezz’asta sugli edifici pubblici e segni di lutto sui mezzi di trasporto pubblico e veicoli di servizio pubblico. Lo prevede l’ordinanza firmata dal sindaco Dario Nardella, che invita a osservare nei luoghi di lavoro e nelle scuole un minuto di silenzio e raccoglimento alle 11.50, orario del decesso di Idy.

Inoltre, il sindaco invita gli esercizi commerciali ad abbassare le saracinesche per 10 minuti dalle 11.50 alle 12 e le scuole a promuovere, in accordo con le autorità scolastiche competenti, autonomi momenti di riflessione e approfondimento sulla vicenda che ha portato alla scomparsa di Idy Diene.

Nei giorni successivi alla morte di Diene si è tenuta, sabato scorso, una manifestazione antirazzista organizzata dalla comunità senegalese che ha riunito a Firenze migliaia di partecipanti.

La diretta

Le foto

MANI_29610280_151527