Firenze, 11 settembre 2020 - Quello che parte lunedì è un anno scolastico pieno di incertezze. Per affrontarlo al meglio la Città metropolitana di Firenze ha investito  qualcosa come 116 milioni e mezzo di euro per allestire nuove aule, interventi di ampliamento, costruzione di nuovi edifici scolastici, spese di funzionamento, acquisto arredi e manutenzione ordinaria delle sedi. La spesa  di gran lunga più consistente riguarda la spesa per nuove costruzioni ed ampliamenti, ovvero 83.399.294 euro per  l'ampliamento del Liceo Rodolico in Via del Podestà a Firenze, l'ampliamento dell’Istituto Saffi in via del Mezzetta, sempre a  Firenze, il nuovo Liceo Agnoletti a Sesto Fiorentino per 900 studenti, il nuovo Polo Scientifico Superiore di Empoli,  (fine lavori dicembre 2022) e soprattutto  i lavori di realizzazione di nuovo polo scolastico nel Q4 di Firenze per le sedi degli Istituti Meucci e Galilei, per una spesa complessiva di 41 milioni e mezzo. 

Per gli interventi di efficientamento energetico sono stati spesi  circa 2 milioni e 100.000,00 euro, altri 4.800.000,00  per la sostituzione dei corpi illuminanti in tutti gli istituti con lampade led . Mentre per l'acquisto di un  prefabbricato per l’Istituto Meucci, l' acquisto di immobili ad uso scolastico attualmente in affitto nel Comune di Empoli, la realizzazione dell’autofficina per il Ferraris sempre a Empoli,  e acquisto di una nuova sede quale succursale del Liceo Galileo sono già stanziati in bilancio ulteriori 11 milioni.

La somma delle risorse direttamente erogate alle scuole, degli interventi effettuati nel periodo estivo, degli acquisti di arredi e delle riqualificazioni in corso, è pari invece a  11 milioni e 300mila euro. 

In tutto la  Città Metropolitana ha acquistato 630 banchi, 882 sedie, 19 cattedre e 97 tavoli di vario genere e misure che si vanno a sommare   a quelli richiesti dagli istituti direttamente al Miur che saranno in consegna entro fine ottobre, ovvero  circa 3.500 banchi monoposto e 1200 sedie. Nel comune di Firenze sono stati reperiti spazi aggiuntivi per gli istituti Galileo (5 aule), Castelnuovo (12 aule), Rodolico (1 aula), Ginori Conti (3 aule), Elsa Morante (4 aule). a queste si aggiungono l'aula al Teatro delle Laudi per l' Alberti-Dante , uno spazio a Fucecchio per il Checchi, un altro  a Empoli per Ferraris-Brunelleschi. 64 le aule che i tecnici della Città Metropolitana di Firenze hanno ricavato direttamente negli istituti (57 nuove, 7 ampliate). infine è stata attivata una  collaborazione con privati, parrocchie, e in particolare Università americane per l'utilizzo delle loro sedi.

Nonostante questo tuttavia per circa il 20% degli istituti fiorentini  la partenza sarà sin da subito con la didattica a distanza, parziale o totale: sui 77 istituti infatti dell'ex provincia sono 52 le sedi in cui la didattica è prevista in presenza al 100% e 15 le sedi in cui si farà ricorso alla Dad con modalità differenziate, di cui 10 in Comune di Empoli, 3 a Sesto Fiorentino e 2 a Firenze.

Novità anche per il trasporto pubblico.  Sulla base delle simulazioni effettuate, sono stati inseriti in servizio  25 mezzi aggiuntivi:  6  per la zona dell’empolese, 7 per la zona Mugello, 1 per il Valdarno, 5 Valdisieve, 6 per la zona del Chianti. Incrementi di servizio e rimodulazione di orari sono stati previsti anche nel servizio urbano sulle linee 5, 11, 23, 35,84, 72, 75, 86,87, 89 e 303.