Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
26 mag 2022

A Firenze i droni porteranno persone e merci: accordo con Enac

La città del futuro, parla il sindaco Nardella: "Entro tre anni il trasporto sarà rivoluzionato"

26 mag 2022
Farmer spraying his crops using a drone
I droni saranno protagonisti del trasporto a Firenze in futuro
Farmer spraying his crops using a drone
I droni saranno protagonisti del trasporto a Firenze in futuro

Firenze, 26 maggio 2022 - Droni dentro Firenze, droni che trasporteranno farmaci e merci in genere e poi anche persone. Sembra lo scenario di un futuro lontano, eppure è quello che ha intenzione di fare, anche abbastanza a breve, il Comune di Firenze. Grazie all'accordo firmato dall'amministrazione con l'Enac, l'Ente nazionale per l'aviazione civile. La sigla sull'intesa significa cominciare a pianificare le infrastrutture a servizio dei droni. I quali, dentro Firenze, secondo la visione del Comune, trasporteranno appunto merci ma non solo. Anche persone. Droni a decollo verticale che potrebbero rivoluzionare il sistema del trasporto cittadino. 

L'obiettivo della collaborazione, si legge in una nota di Palazzo Vecchio, è lo sviluppo di servizi di mobilità aerea efficienti, sicuri, sostenibili e interoperabili con le infrastrutture aeroportuali o le infrastrutture di trasporto pubblico.

«Firenze sarà tra le prime città europee a sperimentare sistemi tecnologici avanzati per il trasporto aereo di merci e persone - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Questo protocollo rappresenta una novità assoluta che ci metterà in condizione di cominciare a lavorare seriamente a una infrastruttura nuova e moderna che preveda ad esempio aree riservate a droni a decollo verticale per il trasporto persone; o sistemi di controllo del territorio per la sicurezza urbana; o ancora attività di delivery. Dopo il Covid chi si ferma nell'innovazione tecnologica è perduto. La prima Smart city d'Italia punta a 'conquistarè anche i cieli: entro 3 anni i droni voleranno a Firenze».

Il presidente di Enac Pierluigi Di Palma ha aggiunto che «il protocollo con il Comune di Firenze rappresenta il prodotto di una sinergia tra istituzioni che ci permette di rispondere alle esigenze di un settore in continua evoluzione e di procedere verso modelli di smart city e di smart mobility». L'idea è quella, attraverso l'accordo con Enac, di studiare quali siano i percorsi migliori che i droni potranno fare. Percorsi che devono rispondere a precisi standard di sicurezza. Che il volo dei droni sia sotto la lente delle grandi città europee non è una novità. Volocopter, società europea che si occupa proprio di questo tipo di trasporti, dà lavoro a 550 persone. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?