BARBARA BERTI
Cronaca

Fabio Canino in Eritrea: "Fare del bene fa bene"

Il giudice di ’Ballando’ è testimonial della realtà benefica ’Smile Project’. L’attore: "Mi sono appassionato ai loro progetti e ho deciso di sposarne la causa".

Fabio Canino in Eritrea: "Fare del bene fa bene"

Fabio Canino in Eritrea: "Fare del bene fa bene"

"Aiutare i meno fortunati è un grande gesto d’amore verso gli altri che, però, fa bene anche a noi". Parola di Fabio Canino, attore, conduttore e autore per teatro, radio e tv in partenza per l’Eritrea per una missione molto speciale: sostenere ’Smile Project Odv’, l’associazione senza scopo di lucro con l’obiettivo di svolgere attività benefiche per sostenere strutture per i minori e associazioni in Eritrea. Da qualche tempo, infatti, il giudice di ’Ballando con le stelle’ è testimonial della realtà benefica creata da Elsa Michael, africana di nascita e italiana di adozione.

Canino, sta per iniziare una nuova avventura: è emozionato?

"Molto. Per certi aspetti più che per una ’prima’ a teatro. Stavolta si va in scena in una realtà difficile dove gli aiuti sono importantissimi. Al tempo stesso sono molto orgoglioso che tutto parta da Firenze, la mia città. Andrò in Eritrea il 26 aprile e resterò là fino al 5 maggio".

Come nasce questa missione?

"Durante il Charity Market e la Charity Gala Dinner che si sono svolti a Roma lo scorso novembre ho conosciuto Elsa Micheal. Mi sono appassionato ai progetti di ’Smile’ e ho deciso di sposarne la causa. Durante l’evento di Roma, ho messo a disposizione le mie competenze rivestendo il ruolo di presentatore e animatore della serata. Sono, quindi, diventato testimonial di ’Smile’. E quando mi hanno chiesto di accompagnarli in Eritrea per visitare i progetti sostenuti dall’associazione ho accettato di buon cuore".

Cosa farete in Africa?

"Visiteremo l’orfanotrofio Godaif di Asmara, il progetto Eri Handcraft per la formazione femminile, la Scuola per non vedenti Abraha Bahta e l’Associazione Eritrea Sordomuti. Il viaggio sarà anche l’occasione per conoscere meglio questo meraviglioso Paese e per incontrare gli operatori e i tanti professionisti che lavorano nei vari istituti".

I fiorentini come possono contribuire alla causa?

"Ogni anno a novembre al Tepidarium del Roster, la splendida serra del Giardino dell’Orticoltura, si svolge il Charity market, il mercatino di beneficenza dove acquistando abbigliamento e accessori a prezzi scontati si potrà contribuire a realizzare i progetti di Smile. Inoltre sul sito dell’associazione ci sono tutte le indicazioni per le donazioni che non sono mai abbastanza. Quindi invito tutti a dare un piccolo aiuto".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro