Mentre si spera che il Green pass permetta di aumentare la capienza di cinema e teatri, lo stesso certificato verde spinge sull’acceleratore dei vaccini. Si registra infatti un boom di prenotazioni, in Toscana, dopo la notizia dell’obbligo di Green pass per andare a lavoro, a partire dal 15 ottobre. Dal giorno dell’annuncio, giovedì scorso, fino...

Mentre si spera che il Green pass permetta di aumentare la capienza di cinema e teatri, lo stesso certificato verde spinge sull’acceleratore dei vaccini. Si registra infatti un boom di prenotazioni, in Toscana, dopo la notizia dell’obbligo di Green pass per andare a lavoro, a partire dal 15 ottobre. Dal giorno dell’annuncio, giovedì scorso, fino a ieri, si sono registrate sul portale regionale 15.299 prenotazioni per le prime dosi di vaccino anti-Covid contro le 7.600 della settimana precedente. "Negli ultimi giorni viaggiamo al ritmo di 2-3mila prenotazioni quotidiane – spiega Andrea Belardinelli, responsabile sanità digitale e innovazione della Regione Toscana – mentre prima dell’annuncio dell’obbligo di Green pass ci eravamo attestati a 200-300. Oltretutto, le nuove prenotazioni riguardano in gran parte persone fra i 30 e i 50 anni, in piena età lavorativa". Intanto, il 30 settembre ci sarà una prima valutazione sul possibile ampliamento dei limiti di capienza di alcuni servizi ed esercizi oggi ancora penalizzati. Come ha annunciato nei giorni scorsi il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, il Cts dovrà valutare l’efficacia dimostrata dal pass in questi mesi, ma anche il livello di circolazione del virus e dalle varianti. In base a questi parametri verrà deciso se estendere o meno la capienza di cinema e teatri dal 50% attuale al 75 o 80%. Il provvedimento riguarderà anche centri culturali, attività ricreative, sportive e di carattere sociale. Al vaglio del Cts infine la possibile riapertura (probabilmente con capienza al 75%) delle discoteche, fra le realtà più colpite dalla pandemia e dai relativi divieti. Da capire le modalità di accesso, che probabilmente manterranno l’obbligo di indossare le mascherine.

Lisa Ciardi