Diritto di pregare e visite turistiche. Una relazione sempre complicata . Chiese e basiliche dettano le regole

Duomo, Santa Croce, Santa Maria Novella, San Lorenzo, Badia Fiorentina, Santa Maria del Carmine, . San Miniato al Monte: abbiamo verificato la possibilità di trovare uno spazio di raccoglimento.

Diritto di pregare e visite turistiche. Una relazione sempre complicata . Chiese e basiliche  dettano le regole

Diritto di pregare e visite turistiche. Una relazione sempre complicata . Chiese e basiliche dettano le regole

Ha fatto discutere la segnalazione di un fiorentino che, volendo il giorno di Natale alle 17 entrare nella basilica di Santa Maria Novella per ritirarsi in preghiera, gli è stato negato l’accesso dicendo di tornare alle 18. Era emerso che poteva trattarsi di un malinteso: la chiesa stava venendo pulita proprio per la messa di Natale e quindi non si poteva entrare in quel momento. E oggi il parroco ribadisce che in chiesa si può accedere sempre per pregare, in maniera gratuita; anche se, precisa, talvolta capita qualche visitatore che furbescamente per non pagare dice di voler entrare per pregare seppur non sia vero. Però "se a qualcuno viene negato di entrare per pregare, me lo dica subito che intervengo con l’Opera".

Ma come convivono in città l’arte sacra che che richiama folle di turisti con la principale funzione delle chiese, il diritto culto? Abbiamo preso in esame le più visitate del centro e il bilancio è più che positivo: in tutte si ha diritto di entrare per pregare. Partiamo dalla cattedrale fiorentina, Santa Maria del Fiore: in Duomo si può sempre accedere per la preghiera, per l’intera giornata, dalla ‘Porta dei canonici’; la domenica mattina, momento della messa più importante, è chiuso alle visite turistiche proprio per non disturbare la liturgia.

Anche nella basilica di San Lorenzo si accede da un ingresso laterale a un’area riservata dove ogni fedele può trovare spazio e silenzio per la preghiera personale; la domenica e per le feste comandate la basilica è interdetta alle visite. Stessa cosa per Santa Croce, e si specifica sul sito dell’Opera: ‘Chi desidera raccogliersi in preghiera ha libero accesso alla basilica durante gli orari di apertura al pubblico(...) si può utilizzare l’accesso laterale in largo Bargellini’. Nella Badia Fiorentina si può sempre accedere per la preghiera dal martedì al venerdì dalle 6 alle 19,40 e sabato e domenica dalle 7 alle 19,15; il lunedì invece è impegnata dalla visita guidata a 3 euro, dalle 15 alle 17,30, ed è l’unica occasione in cui si può visitare il chiostro degli aranci.

Spostandoci in Oltrarno, al di fuori degli orari dedicati alle funzioni liturgiche, l’accesso alla chiesa di Santa Maria del Carmine è sempre libero dalle 9 alle 12 sia ai turisti che ai fedeli;ma non alla cappella Brancacci che fa parte dei percorsi museali. Anche a San Miniato al Monte l’ingresso è libero e gratuito e durante le celebrazioni la basilica non è visitabile.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro