Neolaureati in materie economico-giuridiche e in informatica, ingegneri, business analyst, operatori di sportello, impiegati back-office finanziario, contabili, segretari di direzione, receptionist. Queste alcune opportunità di lavoro rivolte alle categorie protette, consultabili sul portale www.categorieprotette.it, appena rinnovato, di Alvin Consulting, brand di QuoJobis. Nato nel 2001, è stato il primo sito web dedicato alle offerte di lavoro per persone appartenenti alle categorie protette. Oggi raccoglie...

Neolaureati in materie economico-giuridiche e in informatica, ingegneri, business analyst, operatori di sportello, impiegati back-office finanziario, contabili, segretari di direzione, receptionist. Queste alcune opportunità di lavoro rivolte alle categorie protette, consultabili sul portale www.categorieprotette.it, appena rinnovato, di Alvin Consulting, brand di QuoJobis. Nato nel 2001, è stato il primo sito web dedicato alle offerte di lavoro per persone appartenenti alle categorie protette. Oggi raccoglie oltre 26mila curriculum aggiornati e vi si trovano attualmente opportunità di lavoro nei settori bancario, IT, energia verde, metalmeccanico, logistico e e-commerce alimentare. "QuoJobis, in linea con la strategia aziendale di diversificazione, ha deciso di implementare i servizi di Alvin. Oltre alla ricerca e selezione delle ‘nuove’ competenze – afferma Mario Straneo, amministratore delegato di QuoJobis – nasce la gestione di progetti volti all’inclusione della diversità in azienda". "Si tratta – prosegue l’ad – di percorsi formativi che possono aiutare le aziende nelle sfide di oggi, ma con lo sguardo volto al domani". Sempre nell’ambito delle categorie protette, si aprono nuove possibilità al Comune di Firenze, che ha aperto le procedure per 16 posti di lavoro per disabili disoccupati iscritti nelle liste apposite che, solo nella provincia di Firenze, contano circa 10.500 persone. Il concorso per istruttori amministrativi scade il 1 marzo. Per accedere alla selezione è necessario essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale. La domanda di partecipazione è redatta e presentata in forma esclusivamente digitale.

Il modulo è disponibile all’indirizzo www.comune.fi.it, seguendo il percorso menù – il Comune - amministrazione trasparente - bandi di concorso – selezioni esterne – bandi aperti. "La nostra Costituzione – spiegano il segretario generale Uil pensionati Toscana Mario Catalini e il coordinatore regionale Ufficio H, Michele Cirrincione – detta pari dignità sociale per tutti i cittadini: l’integrazione sociale dei disabili e la piena inclusione dei ‘diversamente abili’ è garantita principalmente con il lavoro, attraverso il collocamento mirato della legge 6899 volto a conciliare le esigenze dei lavoratori con disabilità con quelle dei datori di lavoro pubblici e privati". "Per questo – concludono – chiediamo che le amministrazioni aprano le posizioni lavorative, solo così è possibile una vera integrazione. Ottima notizia che il Comune di Firenze vada in questa direzione".

Monica Pieraccini