Laboratorio
Laboratorio

Firenze, 22 ottobre 2020 - Nuova giornata nera per il Coronavirus a Firenze e provincia che, secondo il bollettino della Ausl Toscana Centro, ha registrato 6 decessi (non tutti nelle ultime 24 ore) e 303 nuovi positivi (erano stati 243 martedì). A perdere la vita, un’anziana di Barberino di Mugello di 87 anni, un uomo e due donne di Firenze di 80, 85 e 92 anni, un anziano di Greve di 71 e uno di Pelago di 65. Fra loro, quattro erano ospiti di Rsa: due de Le Magnolie di Firenze e altrettanti alla Rsa Libri di Greve in Chianti, già duramente colpita in questi giorni dal Covid.

Sempre nel territorio della Ausl Toscana Centro (Firenze, Prato, Pistoia e province) sono stati effettuati 4126 tamponi, inclusi 1461 test rapidi antigenici per i bambini in età pediatrica. Sotto controllo la situazione negli ospedali: nel bollettino della Ausl risultano al momento 5 ricoverati in terapia intensiva al Santa Maria Annunziata. Per far fronte all’aumento dei contagi, all’ospedale San Giovanni di Dio è stato riattivato il reparto per pazienti Covid con 20 posti letto. L’area individuata è quella del reparto di «Osservazione breve», al primo piano del padiglione Vespucci.

I pazienti in ingresso al Pronto soccorso che dovranno essere ricoverati nell’area Covid raggiungeranno il reparto con un percorso dedicato, nel rispetto delle misure di sicurezza igienico-sanitarie. Quelli con sintomi sospetti eseguiranno, invece, il tampone in tenda pre-triage e resteranno in isolamento fino alla risposta nel Reparto Bolla (10 posti letto) al primo piano. Qualora necessitassero di cure intensive, andranno in shock room o in una stanza singola del Dea.

Tra gli ospedali fiorentini della Ausl Toscana Centro, da lunedì, 16 posti letto Covid sono a disposizione anche nel presidio di Santa Maria Nuova, nel cuore di Firenze. Da settimane, è tornato in assetto Covid il Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri. Nell’ospedale di riferimento per l’area fiorentina per il Coronavirus, tra Malattie Infettive e Medicina ci sono 35 posti letto dedicati mentre restano 6 i posti Covid in terapia intensiva.

A questo quadro si aggiunge Careggi, che ha il Covid-centre, un intero padiglione ad hoc che attualmente non è in funzione (i pochi pazienti Covid sono adesso nel reparto di Malattie infettive). Tornando ai 303 nuovi casi, 77 riguardano la zona empolese e 226 la città e l’hinterland. Fra i territori con il maggior numero di nuovi positivi (che vanno però rapportati agli abitanti) ci sono Firenze con 72, Fiesole con 24, Borgo San Lorenzo con 13, Figline e Incisa e Reggello con 12, Pontassieve con 11, Bagno a Ripoli e Scandicci con 10 atesta.