Foto: ChristinLola/iStock

Firenze, 8 giugno 2018 - Diciamoci la verità: quanti di noi amano fare il cambio dell'armadio? Non moltissimi, crediamo. Il cambio dell'armadio infatti  è un momento non solo impegnativo dal punto di vista pratico, ma anche da quello psicologico. Perché ci mette di fronte a vari  problemi, tipo  'cosa lascio, cosa elimino', 'come organizzo l'armadio: per colore, per tipo di abito o in altro modo', e così via.....

A parte quelle persone bravissime, ordinatissime e organizzatissime che sanno perfettamente dove mettere le mani e in tempi brevissimi - magari anche con gioia -  sistemano tutto ed eliminano anche ciò che non indosseranno più, per tutti gli altri ritrovarsi a ogni cambio di stagione a dover decidere quali abiti tenere e quali eliminare dall'armadio è un vero problema....  

Abbiamo chiesto qualche consiglio a un'esperta, che ci ha fornito 10 preziosi, come dice lei,  'psico-consigli'.  La nostra esperta è Paola  Pizza, psicologa della moda, autrice di: 'Psicologia sociale della moda' (QuiEdit); 'Abiti e tacchi. Il potere della moda' (QuiEdit) e del blog www.psicologiadellamoda.com 

ECCO GLI 'PSICO CONSIGLI' PER VIVERE IN  MODO PIU' CONSAPEVOLE IL RAPPPORTO CON L'ARMADIO

1. Riordinare l’armadio è come mettere ordine dentro di noi. Fai luce su di te e sulla tua identità: sei soddisfatta/o di te? Come vorresti essere?

2. Affronta con atteggiamento dinamico la tua immagine. Il cambio dell’armadio è anche un momento per fare pulizia dentro e fuori di noi. Elimina con decisione i capi che non ti rappresentano più. Fai spazio a nuovi capi e a nuovi abbinamenti.

3. Ricorda che il disordine crea tensione e disagio. Minimizzalo più che puoi. Usa scatole e contenitori colorati per riporre i capi, e segui un ordine.

4. Guardare un armadio caotico e disordinato è stressante. Crea un effetto armonico nel tuo armadio, disponendo i capi per modello o gradazione di colore, in modo che sia bello e piacevole da vedere.

5. Se non riesci a decidere cosa tenere e cosa eliminare, e conservi abiti e accessori che non metti più da molto tempo, chiediti quali sono le emozioni collegate a quei capi. A volte teniamo gli oggetti per tamponare un dolore o per riempire un vuoto.

6. Se conservi abiti e accessori come ricordi di momenti passati, trasformando il tuo armadio nell’archivio della tua vita, prova a fotografarli e ad appendere le foto in un pannello dietro un’anta dell’armadio. Così puoi mantenere il ricordo e nello stesso tempo liberare spazio per abiti nuovi che guardano al futuro.

7. Riordinare l’armadio può essere un momento creativo ed energizzante, se usi il tuo 'Io Creativo' per realizzare nuovi abbinamenti tra i capi che possiedi o nuovi accostamenti di colore. È il momento giusto per cercare un nuovo accessorio che dia un tocco particolare e innovativo agli abiti, e aggiunga valore alla tua immagine.

8. Usa i colori per rendere più allegro e positivo il tuo armadio. Come diceva Jung, “con i colori si esprime il sentimento”. C’è una stretta connessione tra colori e vita psichica. Usa i colori per dare intensità a ciò che comunichi di te. La scelta dei colori non è solo relativa al “vedere” e alla sensibilità percettiva, ma anche al “sentire” e alla ricettività emotiva.

9. Il guardaroba è uno spazio di privacy nel quale il 'Sé Privato' incontra il 'Sé Pubblico'. È il luogo dove decidiamo come presentarci agli altri e cosa svelare e cosa nascondere di noi. Investi del tempo per riordinarlo e renderlo più in sintonia con la tua immagine. In questo modo ti sarà più facile comunicare con coerenza ed efficacia la tua identità agli altri.

10. Il tuo armadio è il contenitore della tua narrazione identitaria, e contiene, ordina e protegge i tuoi diversi sé. Dedicargli del tempo è come dedicare tempo a noi stessi e alla nostra identità.