Chioschi estivi . In apertura il bando per Grassina e Antella

Il Comune dà il via alle candidature per la gestione dei punti di ristoro.

Chioschi estivi . In apertura il bando  per Grassina e Antella

Chioschi estivi . In apertura il bando per Grassina e Antella

Il Comune riprova ad aprire i chioschi estivi. L’anno scorso il bando per la gestione dei punti di ristoro fu un flop: ne fu assegnato solo uno su tre, ossia quello del capoluogo, gestito – come ormai tradizione - dai volontari del Palio delle Contrade – Giostra della Stella. Ma per le altre due proposte, ai giardini della Resistenza a Antella e al parco urbano di Grassina, non erano arrivate candidature. Eppure il Comune aveva cercato di invogliare eventuali investitori con una concessione sempre annuale, ma rinnovabile fino a tre anni, per consentire investimenti di più lungo respiro e di maggiore qualità e per spalmare in un triennio il costo di strutture e attrezzature.

Ora ritenta con un nuovo bando che riguarda solo Grassina e Antella, dato che quello ai Giardini i Ponti prosegue con l’accordo dell’estate 2023. Se per il parco urbano, il chiosco non è mai stato aperto, essendo di recente inaugurazione, ai giardini della Resistenza invece negli anni precedenti il chiosco c’era ed era molto apprezzato. Il bando per l’estate 2024 apre ancora di più le maglie proprio per andare incontro ad eventuali investitori: possono dare la propria adesione anche i food truck, i camioncini itineranti muniti di cucina per preparare i pasti (con costi di allestimento dunque ridotti) e la gestione diventa triennale, rinnovabile per un altro biennio con la formula contrattuale del 3+2. Per entrambi i punti di ristoro, il gestore dovrà impegnarsi anche a realizzare attività ricreative; in particolare a Grassina, dovrà abbinare iniziative a carattere sportivo, in linea con la vocazione del parco. Per farsi avanti c’è tempo fino al 15 marzo.

Manuela Plastina

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro