MANUELA PLASTINA
Cronaca

Can Yaman a Sammezzano per il film su ‘Sandokan’

Il castello di Sammezzano torna a risplendere per un breve periodo grazie alle riprese del remake di Sandokan. L'abbandonato edificio accoglie attori come Can Yaman e Alessandro Preziosi, riportando un po' di magia nel luogo

L'attore Can Yaman (Foto Ansa)

L'attore Can Yaman (Foto Ansa)

Reggello (Firenze), 15 maggio 2024 – Sammezzano torna a far sognare e riprende vita, anche se solo per poco tempo e per finzione cinematografica. In questi giorni c’è fermento attorno al parco e al castello arabeggiante purtroppo abbandonati da anni, dopo il fallimento della società italo inglese che ne voleva fare un hotel di gran lusso. Sarebbe in corso l’allestimento di alcune scene del remake di Sandokan, nella produzione Lux Vide per Rai Fiction. Nei panni che furono dell’affascinante Kabir Bedi, ci sarà uno degli attori più amati dal pubblico (soprattutto femminile): il turco Can Yaman. Le scene degli esterni sono state realizzate in Calabria; ieri Yaman era a Abano Laziale per girare nei Cisternoni di epoca romana. Ma in queste ore potrebbe arrivare nella frazione di Leccio per indossare i panni della tigre della Malesia seguendole orme del personaggio inventato da Emilio Salgari. Con lui in arrivo anche Alessandro Preziosi, Samuele Segreto, Ed Westwicke, Alanah Bloor che fanno parte del cast. Per Sammezzano è un ritorno, seppur breve, ai vecchi fasti, quando grazie allo splendore delle sue sale, una più bella e più ricca di dettagli dell’altra, ha accolto film per cinema e tv, spot pubblicitari, videoclip musicali. La produzione deve dunque aver trovato un accordo col curatore fallimentare, un avvocato romano, per poter accedere nel parco e negli interni del castello. Su tempi e modalità del set c’è il massimo riserbo da parte di tutti. Ma rivedere Sammezzano viva, anche solo per fiction, è un sogno di tanti.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro