Campi Bisenzio, 4 aprile 2020 - L'occhio del drone vigilerà su Campi Bisenzio. Da oggi quattro droni saranno impiegati nel monitoraggio del territorio per accertare che si rispettino le misure disposte per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Grazie alla tecnologia saranno scoperti eventuali assembramenti anche nelle zone più nascoste, come argini e aree verdi, e la polizia municipale potrà intervenire all'istante. "Con l'impiego di questo tipo di risorsa, sviluppata in linea con la vocazione all'innovazione del nostro Comune - dice il sindaco Emiliano Fossi - vogliamo migliorare, ancora di più, il controllo in ambito urbano, a maggiore garanzia della sicurezza dei cittadini".

L'uso di velivoli a pilotaggio remoto offre un doppio vantaggio: coprire un'area più vasta di osservazione del territorio e, "liberare parte delle risorse umane impegnate nei vari servizi di monitoraggio e destinarle ad altre funzioni di supporto alle attività svolte nell'attuale contesto di emergenza" prosegue il sindaco. I droni sono stati messi a disposizione delle associazioni di Protezione civile di Campi. "Purtroppo, ancora oggi, arrivano segnalazioni di assembramenti - dichiara l'assessore alla Protezione Civile, Riccardo Nucciotti - così, viste le ultime direttive per potenziare il controllo e la sorveglianza del territorio abbiamo deciso di utilizzare un ulteriore strumento. Ringrazio le associazioni di Protezione civile che anche in questo caso hanno messo la loro professionalità a disposizione della comunità”.

I quattro droni hanno un raggio di azione di 300 metri, possono raggiungere un'altezza di 40 metri, una velocità di circa 50 chilometri orari e hanno un'autonomia minima di 20 minuti. "I voli saranno effettuati seguendo le norme impartite dal Ministero dell’Interno e dall’Enac - dice il comandante della Polizia municipale, Francesco Frutti -. Ringrazio sia i volontari che gli agenti del Comando per l’impegno la dedizione e la presenza sul territorio durante questa emergenza covid 19".