Caldo anomalo e gelo in arrivo, allarme di Coldiretti: "Autunno più caldo degli ultimi 70 anni: un disastro"

Coldiretti Toscana rileva che le abbondanti piogge, l'autunno più caldo degli ultimi 70 anni e il dicembre più bollente dal 1955 hanno portato a una fioritura precoce di peschi e susini e a una produzione di ortaggi mignon. Tuttavia, l'arrivo delle correnti fredde potrebbe compromettere la produzione.

Peschi e susini in fiore come a primavera, e ortaggi mignon nei campi: secondo Coldiretti Toscana, è il risultato delle abbondanti piogge, dell’autunno più caldo degli ultimi 70 anni e del dicembre più bollente dal 1955, secondo il Lamma, il laboratorio metereologico della Regione. Per questo motivo l’associazione vede con preoccupazione l’approdo anche in Toscana delle correnti fredde con neve sull’Appennino e un repentino abbassamento delle temperature dopo la Befana.

Coldiretti Toscana cita l’esempio della coltivazione di finocchi di Paolo Caruso a Massa, nella frazione di Romagnano. "Avrebbero dovuto avere una pezzatura di almeno 500 grammi ciascuno – spiega – ma con l’umidità persistente dovuta alle tante piogge di questo periodo sono rimasti più piccoli e raggiungeranno a malapena i 300 grammi. Si venderanno con più difficoltà nei mercati e avrò un incasso quasi dimezzato per questa particolare produzione. Da un paio di anni su questi terreni raccolgo il 40% in meno".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro