La polizia in campo nell'edizione 2017 (Umberto Visintini / New Press Photo)
La polizia in campo nell'edizione 2017 (Umberto Visintini / New Press Photo)

Firenze, 11 giugno 2017 - Momenti di grandissima tensione in piazza Santa Croce al calcio storico fiorentino 2017 durante la semifinale tra gli azzurri di Santa Croce e i bianchi di Santo Spirito. L'aggressione a tre arbitri della gara ha portato la direzione a sospendere la partita, che era iniziata da non molto. La partita è stata poi definitivamente chiusa. Di più, la polizia ha deciso di entrare in campo in assetto antisommossa per dividere le due formazioni. Adesso la commissione del calcio storico si riunirà per decidere a chi dare vinta la partita. 

Una situazione molto tesa che appunto ha consigliato l'intervento delle forze dell'ordine. Da qui l'interruzione della gara, visto che alcuni espulsi non volevano lasciare il campo di gioco. Lunga la riunione della direzione di gara per valutare il da farsi. Ma alla fine la partita è stata dichiarata chiusa. Non c'erano ormai i presupposti perché continuasse. Era molto tempo che non si vedevano scene del genere al calcio storico.

Al momento della sospensione, gli azzurri stavano conducendo per due cacce e mezzo. L'aggressione all'arbitro, prima spintonato e poi colpito a una gamba da due membri degli azzurri, è stata stigmatizzata dai presenti. E ci sono stati diversi richiami da parte della direzione di gara per condurre a più miti consigli gli espulsi. Delicato anche il momento del deflusso delle due tifoserie, accorse in massa per sostenere i rispettivi colori. Peccato per l'epilogo di una giornata iniziata nel migliore dei modi. Dopo la bella partita tra rossi e verdi di sabato 10 giugno, c'erano tutti i presupposti per un altro grande spettacolo in campo e sugli spalti. Così non è stato. 

Sono tre gli arbitri rimasti contusi. Secondo quanto si apprende sono stati portati al pronto soccorso ma si tratterebbe di contusioni non gravi e le loro condizioni non destano preoccupazione: uno sarebbe stato colpito a un ginocchio da un forte calcio mentre gli altri due da cazzotti al volto.

Tra l'altro, sugli spalti c'erano diversi volti noti dello sport. Da Gabriel Omar Batistuta, acclamato dalla gente di Firenze al suo arrivo in piazza Santa Croce, fino a Niccolò Campriani, plurimedagliato olimpico del tiro a segno. Smarrimento sulle tribune. Prima sono usciti i sostenitori dei bianchi, quindi è stata la volta degli azzurri. Far uscire le due tifoserie in momenti diversi è stata una decisione presa dalla questura per evitare ulteriori attriti intorno a piazza Santa Croce.