Bolle porta il Maggio in tv: "Il teatro è protagonista"

’Viva la danza’ è lo spettacolo-evento in onda su Raiuno domani sera. L’étoile: "Qui uno degli ultimi corpi di ballo chiusi, una ferita ancora aperta".

Bolle porta il Maggio in tv: "Il teatro è protagonista"

Bolle porta il Maggio in tv: "Il teatro è protagonista"

Il Maggio Musicale Fiorentino teatro dello spettacolo evento per celebrare l’arte della danza. In occasione della Giornata internazionale della danza, domani, in prima serata su Raiuno, va in onda lo show voluto dalla tv di Stato e dal Ministero della cultura e ideato dal grande étoile Roberto Bolle.

’Viva la Danza’ – prodotto da Rai Direzione Intrattenimento in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl – sarà una grande festa di tutti i generi di ballo, un grande gala realizzato al Maggio, uno dei teatri più grandi del mondo, gioiello di innovazione. "Il Teatro non è solo il luogo che accoglie lo show, è protagonista dello show" ci tiene a sottolineare il neo sovrintendente Carlo Fuortes. "Lo spettacolo è l’occasione per raccontare al grande pubblico quello che è il teatro, una macchina straordinaria finora poco usata, ma credo che abbia grandi potenzialità" aggiunge il sovrintendente. ’Viva la danza’, format originale e pensato ad hoc dal ballerino per l’occasione – prevede al centro un grande gala strutturato come se fosse il celeberrimo ’Roberto Bolle and Friends’, lo spettacolo con il quale Bolle ha incantato i palchi più prestigiosi e suggestivi del mondo. Dal gala sono mutuati i grandi interpreti, alcune delle stelle più lucenti del panorama tersicoreo internazionale: da Melissa Hamilton a Daniil Simkin, dall’étoile della Scala Nicoletta Manni a Tatiana Melnik e tanti altri come il giovane talento italiano in forze al Royal Ballet di Londra, Marco Masciari. E sempre dal gala è ripresa l’alternanza imprevedibile e ammaliante di pezzi provenienti dal repertorio più classico mescolato a quello più contemporaneo. Ma non c’è solo la danza classica: dall’hip hop allo swing, dal latinoamericano al tip tap ballati in ogni angolo del Maggio.

"Una grande sfida il cui risultato sarà emozionante e avvicinerà ancora di più il pubblico al teatro con un dietro le quinte che in tv non si vede, come il punto di vista di noi artisti con spiegazioni e commenti. Quello del Maggio è uno degli ultimi corpi di ballo chiusi, una ferita. Ripartire da qua ha un grande valore" le parole di Bolle. "Sono un ammiratore ed estimatore di Bolle, che oltre a essere un grande della danza è anche una persona che ci sta trasferendo delle idee che noi cerchiamo di fare nostre e porre in essere. Noi attribuiamo una grande importanza alla danza" dichiara il Ministro Gennaro Sangiuliano.

Barbara Berti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro