Un fulmine a ciel sereno. Un addio arrabbiato e senza appello. Dopo quasi vent’anni di sodalizio, il compositore Giorgio Battistelli lascia la direzione artistica dell’Ort, l’Orchestra della Toscana. Una scelta definita dolorosa, ma inevitabile, vista "l’incompatibilità con la visione e la gestione della direzione generale di un’istituzione di cui mi onoro di aver fatto parte per tanti anni". Battistelli ha già presentato le dimissioni al Cda...

Un fulmine a ciel sereno. Un addio arrabbiato e senza appello. Dopo quasi vent’anni di sodalizio, il compositore Giorgio Battistelli lascia la direzione artistica dell’Ort, l’Orchestra della Toscana. Una scelta definita dolorosa, ma inevitabile, vista "l’incompatibilità con la visione e la gestione della direzione generale di un’istituzione di cui mi onoro di aver fatto parte per tanti anni". Battistelli ha già presentato le dimissioni al Cda della Fondazione : "Q uando i contrasti di ordine culturale sono irrisolvibili, allora è il momento di andare via", ha detto, anche se il rinnovo del suo contratto è recente.

Battistelli precisa infatti che non riteneva conclusa la sua esperienza artistica con l’Ort, "Ancor più di prima - spiega - la cultura deve essere considerata un servizio essenziale per la società e non è possibile assumersi il compito di pensare il nuovo oggi se non si parte da questo assunto. Per questo va fatta una seria riflessione anche sull’organizzazione e gestione delle istituzioni culturali: non ci può essere prevaricazione di un ruolo su un altro".

Quale sia il motivo vero di questo divorzio non è chiaro e neppure il presidente della Fondazione Maurizio Frittelli aggiunge dettagli che aiutino a capire: "Probabilmente se ci fosse stato modo di parlarsi a voce invece che solo per sms o email ci saremmo potuti chiarire", afferma. "Prendiamo atto con dolore delle dimissioni del maestro Battistelli dalla direzione artistica dell’Ort - aggiunge il Cda – Esprimiamo rammarico per questo strappo e per i toni che abbiamo tentato in ogni modo di evitare. Rinnoviamo la nostra fiducia nella direzione generale del dottor Marco Parri". Dispiaciuta anche la vicepresidente della Regione Monica Barni: " Visione e strategie condivise sono necessarie ancora di più in questo momento di difficoltà che ha colpito il mondo della cultura". Considerato uno tra i più importanti compositori e organizzatori musicali europei, Battistelli è stato direttore dell’Ort dal 1996 al 2002, e poi dal 2011. Ha diretto il Cantiere d’arte di Montepulciano, l’Accademia Filarmonica romana, la sezione musica della Biennale di Venezia, l’Arena di Verona, il Teatro dell’Opera di Roma. Da gennaio è direttore artistico del Festival Puccini di Torre del Lago.

O.Mu.