Autolinee Toscane potenzia la flotta. In strada mezzi più green e sicuri

Adatti anche alla viabilità di provincia, serviranno Sansepolcro (Arezzo) e Pontassieve (Firenze)

Autolinee Toscane potenzia la flotta. In strada mezzi più green e  sicuri

Autolinee Toscane potenzia la flotta. In strada mezzi più green e sicuri

FIRENZE

Bus meno inquinanti, più confortevoli e più facilmente utilizzabili dai disabili grazie ad una particolare pedana. Autolinee Toscane ha presentato i sette nuovi bus extraurbani pronti ad entrare in servizio nella zona di Pontassieve, in particolar modo Molin del Piano e Santa Brigida, e nell’area di San Sepolcro. I mezzi, da 9 metri, più adatti a percorrere le stradine provinciali, sono euro 6 e collegati al gps per fornire agli utenti informazioni in tempo reale. Garantiscono una maggior sicurezza a bordo, dato che sono dotati di cabina antisfondamento, oltre che di un sistema di videosorveglianza per registrare eventuali episodi violenti. Non manca neanche un bottone rosso di allarme per richiedere l’intervento diretto della questura.

A presentare la novità, il presidente di Autolinee Toscane, Gianni Bechelli, l’assessore ai trasporti della Regione Toscana, Stefano Baccelli, il sindaco di Pontassieve Carlo Boni e il consigliere comunale di Sansepolcro Giuliano del Pia. "Anche nelle aree extraurbane, ecco un servizio con veicoli moderni, che danno maggiore affidabilità, comfort e sicurezza", dice il presidente di Autolinee Toscane, Gianni Bechelli. Da novembre 2021, data di avvio della gestione di Autolinee Toscane, sono stati oltre 400 i bus acquistati e messi in servizio. Da qui a fine anno ne arriveranno altri 300, per un totale di quasi 700 nel giro di 3 anni.

"Se entro quest’estate elimineremo tutti gli euro 2, per gli euro 3 si dovrà attendere fino al 2025 - aggiunge Bechelli -. Il nostro obiettivo è rinnovare metà della flotta toscana entro il 2025, facendo passare l’età media da 12 a 6 anni, come le migliori realtà europee".

"Il rinnovo del parco mezzi è una priorità assoluta del governo della regione – rimarca l’assessore dei trasporti della Regione Toscana, Stefano Baccelli -. Si tratta di bus di ultima generazione che rispondono alle caratteristiche di sostenibilità ambientale, efficienza, modernità, comfort. Vogliamo migliorare la qualità della vita dei cittadini, facilitando i loro spostamenti con mezzi puntuali, comodi. Per la Toscana è una svolta concreta verso la mobilità sostenibile".

I nuovi mezzi, di colore blu sono anche provvisti della validatrice di ultima generazione, la Tip Tap, che consente di pagare il biglietto a bordo, con la carta di credito, senza sovrapprezzo. Se tre mezzi serviranno le tratte da Firenze con le frazioni di Santa Brigida e Molin del Piano (Pontassieve), quattro saranno invece presto in servizio sul territorio di Sansepolcro, nell’aretino. "Siamo molto contenti per gli investimenti fatti, perché vanno nell’ottica dell’innovazione e qualità del servizio", dice il neo-sindaco di Pontassieve, Carlo Boni. Soddisfatto anche il primo cittadino di Sansepolcro, Fabrizio Innocenti: "Un importante passo avanti nel migliorare la mobilità anche nelle nostre aree extraurbane, dove spesso le strade sono più strette e meno agevoli".

Elettra Gullè