Ladri
Ladri

Firenze, 14 luglio 2020 - Si sono intrufolati in una abitazione nel cuore della notte e mentre i proprietari dormivano hanno fatto man bassa di borselli, gioielli e contanti. Nella notte, tra lunedì e martedì della settimana scorsa, i ladri si sono spinti fino alla camera da letto portando via alcuni ricordi di famiglia e la borsa con alcune banconote. La coppia che dormiva non si è resa conto di nulla fino alla mattina successiva quando l'uomo, dopo la colazione, ha trovato la borsa della moglie in giardino con i documenti sparpagliati a terra. "Non abbiamo sentito nessun rumore, non riusciamo a capire come sia potuto accadere. Dubitiamo di essere stati narcotizzati, anche se quanto successo è molto strano. Forse è stato un bene, non voglio nemmeno immaginare cosa sarebbe potuto succedere se ci fossimo svegliati e ci fossimo ritrovati faccia a faccia con loro".

A raccontare l'episodio avvenuto sulle colline di Careggi, una zona che da quando Firenze è uscita dal lockdown è stata presa di mira da bande di malviventi, è la proprietaria dell'appartamento. "La sera prima di mettermi a letto avevo lasciato la borsa con il portafogli sul comò della camera da letto. Accanto c'era la mia fede nunziale e alcuni regali di mio padre che è morto, come l'anello della laurea, uno degli ultimi regali che mi aveva fatto. E altre cosine, tutte con un forte valore affettivo. La mattina dopo non c'era più nulla" dice con la voce rotta dalla rabbia. Secondo quanto raccontato, i malviventi si sarebbero intrufolati forzando la portafinestra del piano terra e poi si sarebbero diretti dritti verso la camera da letto dove la coppia aveva lasciato alcuni contanti e pochi gioielli di famiglia. "La mattina dopo - prosegue - mio marito quando è uscito di casa ha visto la mia borsa a terra. I ladri si erano liberati di documenti e altro e avevano tenuto solo i soldi". Sul posto sono arrivati i carabinieri che la stessa notte erano intervenuti nella stessa zona per un altro tentativo di furto sempre in abitazione.

"E' stata un’esperienza terribile, che lascia la sensazione di non essere più sicuri nemmeno in casa propria - si sfoga -. Per questo, credo che le istituzioni, in accordo con le forze dell'ordine, debbano fare qualcosa. Siamo venuti a conoscenza che solo nella nostra strada e nella zona ci sono stati parecchi furti, siamo stati presi di mira. Noi abbiamo paura che possa risuccedere, non dormiamo più la notte. E anche quando usciamo per andare a lavoro, siamo molto preoccupati che qualcuno si possa intrufolare di nuovo". Solo la notte prima due persone incappucciate si sono intrufolate nell'abitazione di un noto imprenditore del centro storico, che vive sempre sulle colline di Careggi. Il modus operandi è lo stesso: dopo aver oltrepassato il giardino a scassinato la porta finestra della cucina hanno messo a soqquadro tutta la casa, buttando all'aria cassetti, aprendo credenze, scaffali e armadi. I due ignoti hanno razzolato tutte le camere per circa un'ora per poi uscire con un paio di zainetti sulle spalle con dentro oggetti di valore, contanti e gioielli.