MAURIZIO COSTANZO
Cosa Fare

Firenze, il Giardino delle Rose diventa salotto letterario per quattro serate

Dal 18 giugno tornano gli appuntamenti con il Gabinetto Vieusseux, questa volta con una rassegna con vista mozzafiato sulla città

Giardino delle Rose

Giardino delle Rose

Firenze, 16 giugno 2024 - Dall’omaggio a Tiziano Terzani, a un racconto che si svolge negli anni che seguirono al delitto Matteotti. È un viaggio nelle pagine della storia quello che il pubblico potrà vivere nel Giardino delle Rose, che per quattro serate diventa salotto letterario. Nell’ambito dell’Estate Fiorentina, in collaborazione con l’associazione culturale Febbre e Lancia, tornano gli appuntamenti con il Gabinetto Vieusseux, questa volta con una rassegna en plein air in questa nuova location con vista mozzafiato sulla città.

Quattro gli incontri in programma, tutti di martedì, alle ore 18 e a ingresso libero. Si parte il 18 giugno con la voce originale di Patrizia Valduga, in dialogo con Marco Marchi, per un excursus nel mondo della sua poesia ma anche in quello delle sue traduzioni, a partire anche dal recente "Sade. La filosofia nel boudoir” (Einaudi, 2023). Il 25 giugno sarà la volta di un omaggio a Tiziano Terzani, nel ventennale della sua morte, con Angela Terzani Staude in dialogo con Raffaele Palumbo. Sarà presentato “L'età dell'entusiasmo. La mia vita con Tiziano” (Longanesi, 2022), racconto appassionato e inedito di una coppia straordinaria. Angela Staude Terzani, nel raccontare con sincerità e commozione i primi quarant’anni di due vite inestricabilmente intrecciate agli eventi che hanno segnato il Novecento, affidandoci in questo memoir la sua trascinante storia d’amore con il marito Tiziano. Una coppia che matura e si consolida affrontando sia le difficoltà personali e sentimentali, sia i problemi di una generazione e di una società alla strenua ricerca di identità e di valori. Jacopo Storni presenterà poi “Tiziano Terzani mi disse” (Ediciclo Editore, 2024), un ritratto altrettanto inedito del grande giornalista e scrittore attraverso i suoi luoghi dell’anima. Il 2 luglio, in collaborazione con Fondazione Tuono Pettinato, spazio al graphic novel con Marco Taddei e La Came, autori di “Malanotte. La maledizione della Pantafa” (Coconino Press, 2022), una raffinata e inquietante favola gotica, scritta da uno dei migliori sceneggiatori italiani e disegnato splendidamente da una delle autrici più promettenti della sua generazione: la fiorentina Laura Camelli (La Came). Gli autori dialogheranno con Guido Siliotto. La rassegna si conclude il 9 luglio con Nicoletta Verna che, in dialogo con il presidente del Gabinetto Vieusseux Riccardo Nencini, ci racconterà il suo "I giorni di vetro” (Einaudi, 2024), un libro intenso e coraggioso che si interroga sulla nostra fragilità e sulla nostra ostinata speranza di fronte allo scandalo della storia. Racconta di Redenta, nata a Castrocaro il giorno del delitto Matteotti. È cosí che comincia la vicenda della sua famiglia, della sua gente e di una pagina della storia d’Italia.

Maurizio Costanzo