Firenze, presentata l’edizione 2024 del Calcio Storico Fiorentino: ecco le novità

Le partite, dove vederle e i Magnifici Messeri

Firenze, presentata l’edizione 2024 del Calcio Storico Fiorentino

Firenze, presentata l’edizione 2024 del Calcio Storico Fiorentino

Firenze, 28 maggio 2024 - “Spero che nessuno voglia approfittarne per fare campagna elettorale col calcio in costume”. Lo dice Michele Pierguidi, presentando ufficialmente l’edizione 2024 del torneo nella cornice storica della sala Brunelleschi del Palagio di Parte Guelfa. Di certo ieri non è passata inosservata l’assenza dei bianchi, c’erano tutti tranne loro: “Dovevano esserci – si limita a dire Pierguidi – li abbiamo aspettati”.

E anche chiamati: ma i cellulari risultavano spenti. Scintille già nel prepartita? Di certo, quello che Pierguidi si augura è ben altro: "Mi aspetto il meglio, intelligenza e correttezza – dice -. Le squadre sono tutte e quattro forti e preparate. Ma se vieni espulso lasci la tua squadra in inferiorità numerica e rischia di perdere. Se sei intelligente rimani in campo”. E poi ci sono le novità: “Dopo le polemiche dello scorso anno, per quanto riguarda il gioco non sarà ammessa nessuna fasciatura alle mani, di nessun tipo” precisa il presidente del Calcio Storico Fiorentino.

L’altra novità riguarda i quattro Magnifici Messeri: per sabato 1 giugno Gabriele Ceccherelli detto Zena e Gianluca Lapi, per domenica 2 giugno Alessandro Franceschi detto Ciara, e Maurizio Barni grande allenatore dei Bianchi che ha riportato la vitella in San Frediano. "Vogliono essere un omaggio a tutti i calcianti che sono scesi in campo in questi quasi cento anni di storia – spiega Pierguidi - sono quattro nomi conosciuti e amati dai rispettivi colori”. E sulla sovrapposizione non voluta tra calcio storico e la partita della Fiorentina: “La cosa migliore è venire prima a Santa Croce, non ascoltare il risultato, e una volta a casa vedere i Viola”.

Quanto ai biglietti: «Sono già quasi tutti esauriti». E poi c’è la copertura laterale del campo "con delle foto del calcio in costume e la spiegazione delle regole del gioco». Sabato 1 giugno, la prima semifinale vedrà di fronte i Verdi di San Giovanni contro gli Azzurri di Santa Croce. Domenica 2 giugno la seconda semifinale vedrà scontrarsi i Rossi di Santa Maria Novella contro i Bianchi di Santo Spirito. La finale sarà sabato 15 giugno. Tutte le partite avranno inizio alle 18: “Lo hanno chiesto i calcianti, quello di santa Croce non è un campo illuminato, c’è bisogno della luce del sole”.

Il corteo storico della Repubblica Fiorentina partirà alle 15,45 da piazza Santa Maria Novella e passerà da piazza della Signoria. Sarà mosso da circa 700 figuranti, 150 in più dell'anno scorso. «C'è veramente tanta richiesta per partecipare – ammette Pierguidi – quest'anno alle semifinali non avremo madonne ma due magnifici messeri per ognuna». Il palio è stato realizzato da Alberto Bertini di Be Art. I paliotti sono stati realizzati dagli studenti del Liceo artistico Alberti – Dante, sezione grafica. I paliotti sono stati disegnati da Sara Frasassi. Anche quest’anno ci sarà la diretta televisiva. Le immagini saranno curate dalla società ShowLab che ha vinto il bando di gara indetto dal Comune di Firenze. Le partite verranno trasmesse in diretta, per tutta la regione, su Toscana TV, Canale 11 e Firenze TV, Canale 80. Diretta, in tutta Italia, su Dazn.

Maurizio Costanzo