Calenzano, soldatini e bambole d’epoca in mostra. Torna la Wall Street del giocattolo

E il 10 marzo si consegnano gli Oscar del soldatino

Soldatino

Soldatino

Calenzano (Firenze), 23 febbraio 2024 – Calenzano sta per diventare la capitale del giocattolo. Soldatini e bambole insieme ancora una volta domenica 10 marzo per la prima volta nella nuova sede dell’Hotel Mirò in Via degli Olmi 7 sempre. La nuova sede ospiterà anche il 22esimo concorso ‘Frammenti di storia’, premio della Regione Toscana al primo piano dell’Hotel insieme a ditte specializzate e distributori con novità ed accessori per la creazione dei figurini, mentre il salone del soldatino antico e del giocattolo si terrà al piano terreno. La manifestazione che riscuote sempre un grande successo di pubblico e collezionisti presenti prevede oltre 90 espositori suddivisi in fabbricanti, distributori, editoria, privati , con tutte le tipologie di soldatini: da quelli in piombo, plastica, pasta, Norimberga, carta, di tutte le dimensioni ed epoche . Ma vediamo cosa offrirà l'evento: non mancheranno i soldatini toys nati per i giochi dei ragazzi , oppure quelli in 25 mm per i giochi di simulazione. Saranno oltre centomila i pezzi esposti, con l’intera panoramica che offre oggi il mercato oltre ad accessori, basette, pennelli, arnesi per costruire il proprio plastico o ambientazione della figura auto costruita e dipinta. Fra le novità di quest’anno saranno presenti 10 fabbriche nazionali e altrettanti distributori di esemplari prodotti in tutto il mondo oltre a quelli presenti sul territorio nazionale che formano il meglio di questi figurini, esportati anche oltre oceano e in tutta Europa che rappresentano il made in Italy nel mondo di un prodotto anche se pur di nicchia, nonostante la crisi, non sembra aver subito grandi arresti di vendite. Comunque vadano le contrattazioni, la Borsa Scambio ed il Salone di Calenzano è definita da sempre la Wall Street del giocattolo che riprende il suo cammino per la gioia del pubblico maschile ma anche di quello femminile, con l’appendice del settore della bambola che proporrà accessori, vestiti, case di bambola valutazioni e restauri. Vi saranno bambole francesi, inglesi, tedesche, italiane in tutte le tipologie di materiali dal bisquit alla composizione, panno Lenci. Anche in questo settore si potranno seguire in ‘diretta’ restauri e tecniche per la conservazione. E mentre il 10 marzo a Los Angeles si consegnano gli oscar per i migliori film, sempre il 10 marzo a Calenzano all’Hotel Mirò si consegnano gli oscar per i migliori soldatini creati per questa Kermesse del modellismo statico. Arriveranno da tutta Italia con le loro creazioni per il 22° Concorso “ Frammenti di Storia fra arte e collezionismo “ ed organizzato dall’Associazione Fiorentina La Condotta di Firenze per essere giudicati da un’attenta giuria formata da esperti, pittori, scultori. Dalle 10 alle 16 del 10 marzo nella nuova sede dell’Hotel Mirò in via degli Olmi 7 a Calenzano si potranno ammirare oltre 500 opere sapientemente scolpite, pitturate, elaborate con basette artistiche o collocate in piccoli diorami che costituiscono le loro scenografie migliori. Il concorso vede il premio della Regione Toscana che viene ogni anno assegnato all’opera più votata. Ma un’altra giuria formata da giornalisti, registi, scenografi assegnerà i tre premi della critica il cui verdetto non è mai uguale a quello della giuria degli esperti perché in questo caso si premia la scenografia o la figura più accattivante. L’evento si svolge al primo piano dell’Hotel Mirò collateralmente al salone del soldatino model dove partecipano fabbriche, accessoristica, editoria , distributori i cui fruitori sono proprio gli appassionati di questo affascinante hobby. Alle 10 si terrà una interessante conferenza del pittore e scultore di figurini storici Nello Rivieccio sulle nuove frontiere avveniristiche con le stampanti tridimensionali. La cerimonia della premiazione si terrà alle 15,30 con l’assegnazione del “Best of Show 2024” ed il premio Regione Toscana. Collateralmente al salone del soldatino dalle ore 9 alle 15 al piano terreno dell’Hotel Mirò un’altro salone saluterà gli appassionati, con oltre 50 espositori con giocattoli e soldatini d’epoca proprio per far conoscere come un tempo ci si poteva divertire senza tablet o telefonini. Si potranno trovare i famosi GBC Mignot in piombo che raccontano la storia di una Francia dei primi del secolo, oppure soldatini in pasta italiani e stranieri, in carta, plastica, latta di tutte le dimensioni. Ma non mancheranno i giocattoli in latta a carica a molla litografati o pitturati come aerei, moto, auto, treni, navi, automi. Anche il pubblico femminile sarà accontentato con magnifiche bambole che spaziano dalla più moderna Barbie fino a quelle francesi dei primi dell’ottocento con accessori per le case di bambole oppure vestiti di tutte le fatture. Il soldatino e la ballerina insieme ancora una volta per raccontare l’affascinante racconto del gioco. Maurizio Costanzo 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro