Martedì scorso si è ufficialmente chiusa la stagione 2019-’20, che rimarrà purtroppo negli annali come quella segnata dalla pandemia, e il Comitato Figc Toscana ha reso note le tanto attese linee guida per i campionati 2020-’21. Annata che, sperando in un progressivo alleggerimento delle misure anti-Covid, dovrebbe indicativamente cominciare tra l’11 e il 25 ottobre prossimi. Come già anticipato diverse settimane fa la federazione ha provveduto ad un allargamento...

Martedì scorso si è ufficialmente chiusa la stagione 2019-’20, che rimarrà purtroppo negli annali come quella segnata dalla pandemia, e il Comitato Figc Toscana ha reso note le tanto attese linee guida per i campionati 2020-’21. Annata che, sperando in un progressivo alleggerimento delle misure anti-Covid, dovrebbe indicativamente cominciare tra l’11 e il 25 ottobre prossimi. Come già anticipato diverse settimane fa la federazione ha provveduto ad un allargamento degli organici delle varie categorie, dopo la decisione di retrocedere soltanto 2 squadre dall’Eccellenza alla Promozione (scelta per altro imposta dalla Lega Nazionale Dilettanti). Di conseguenza l’Eccellenza 2020-’21 passerà dalle 32 squadre attuali a 36. Considerando le 2 retrocessioni già citate, la discesa dalla Serie "D" di Ponsacco e Tuttocuoio e la promozione di 4 squadre (tra cui il Certaldo per quanto riguarda il nostro circondario), si è per tanto reso necessario il ripescaggio anche di Prato 2000 (1ª nel girone "A" di Promozione, ma scavalcata per media punti dal River Pieve che aveva giocato una gara in meno prima della sospensione) e Atletico Piombino (2° proprio nel raggruppamento del Certaldo). Saranno quindi formati 3 gironi di 12 formazioni ciascuno. Scendiamo adesso in Promozione, che passerà da 48 a 54 squadre. Anche in questo caso, viste le 6 promosse in Eccellenza, le 9 arrivate dalla 1ª Categoria (tra le quali il Montelupo) e la già annunciata fusione tra Albinia e San Donato Acli in Atletico Maremma ci dovrebbe essere posto per altri 2 ripescaggi (Gallianese e Venturina le prime della graduatoria). I raggruppamenti saranno 4, due da 13 squadre e altrettanti da 14. In 1ª Categoria i 96 team attuali diventeranno 104 tra le 9 salite in Promozione e le 16 arrivate dalla 2ª Categoria (Malmantile e Ponte a Cappiano per la nostra zona), suddivise in 8 gironi da 13 squadre. Chiudiamo con la 2ª Categoria, dove il numero di formazioni potrà oscillare tra un minimo di 182 e un massimo di 200 rispetto alle tradizionali 192. Vanno tolte le 16 promosse e aggiunte le 26 provenienti dalla 3ª Categoria, tra cui anche gli empolesi del Monterappoli. Qui saranno formati sicuramente 14 gironi, ma il numero di partecipanti dipenderà dalle iscrizioni. Per ogni categoria, poi, sono già state stilate le prime graduatorie di merito per eventuali ripescaggi.