Controlli di una Volante alla stazione (Foto di repertorio)
Controlli di una Volante alla stazione (Foto di repertorio)

Empoli, 22 settembre 2019 - Un'altra mattinata di follia in zona stazione. Dopo la violenta lite consumata all’alba, alcuni giorni fa, con due giovani nigeriani feriti da un connazionale armato di taglierino, sotto gli occhi di viaggiatori e passanti, sabato una nuova aggressione. Questa volta a farne le spese è stato un agente della polizia ferroviaria.

La dinamica dei fatti è al vaglio delle forze dell’ordine. E’ successo tutto intorno alle 10.30, nei pressi dell’ufficio della polizia ferroviaria di Empoli. Una zona dove affacciano anche alcune attività commerciali, di passaggio, eppure non nuova purtroppo a parapiglia o situazioni ad alto rischio. Schiamazzi e spintoni non sono certo inediti, complice talvolta anche qualche bicchiere di troppo buttato giù da chi non sa come trascorrere la giornata. Basta poco per innescare la scintilla. Spesso sono futili motivi. Ieri mattina, sarebbe stato un incontro fortuito.

Stando alle prime informazioni raccolte, l’agente della polizia ferroviaria è uscito dagli uffici dove presta servizio, forse ormai a fine turno o forse diretto a chissà a quale incarico, quando è stato raggiunto da un colpo alla nuca. Un pugno che lo ha fatto barcollare e andare in avanti. Il tutto sotto gli occhi di alcuni passanti increduli per quanto stava accadendo a pochi passi da loro, impotenti, comprensibilmente sconvolti.

L’aggressore, un ventiquattrenne di colore noto nello scalo ferroviario e dintorni (anche nelle prime ore di ieri era stato visto tra binari e banchine), conosciuto anche per episodi di intemperanze, è stato bloccato grazie all’arrivo di altri poliziotti accorsi richiamati dalle urla e dal parapiglia. Per placare l’animo del giovane, a dir poco esagitato, è stato necessario l’intervento del personale del 118.

In piazza Don Minzoni è arrivata un’ambulanza, seguita poco dopo da un’automedica, inviate dalla centrale operativa Empoli Pistoia per sincerarsi della condizione dell’agente colpito e per occuparsi del suo aggressore. Una volta calmato, il paziente è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe di Empoli per essere sottoposto agli accertamenti e alle cure del caso. Intanto le indagini in merito al grave episodio sono in corso così da accertare i fatti e da valutare eventuali conseguenze, mentre tra gli esercenti e i frequentatori della zona serpeggiano malumore e, soprattutto, timore.

Samanta Panelli