È morto monsignor Cecchin, "l’angelo custode dei malati"

Grande il suo impegno come cappellano agli ospedali di Empoli e Fucecchio. Una folla commossa ieri all’ultimo saluto: "Uomo gentile e amato da tutti "

Don Agostino Cecchin

Don Agostino Cecchin

Empoli, 27 dicembre 2023 - Lutto nella comunità di Larciano e nella diocesi di Pistoia e profondo cordoglio anche nell’Empolese Valdelsa e Valdarno inferiore per la morte di don Agostino Cecchin, avvenuta nel pomeriggio della vigilia di Natale. Si è spento all’età di 88 anni. Monsignore Agostino Cecchin, era conosciuto anche come don Beniamino. Per tanti anni, fino alla sua morte, è stato parroco di Larciano Castello e cappellano in ben tre ospedali: Empoli, Fucecchio e San Miniato. Negli ultimi tempi era stato costretto a ridurre l’attività pastorale a causa delle non buone condizioni di salute.

Originario di Castello di Godego, in provincia di Treviso, era stato ordinato sacerdote il 25 aprile 1984, pochi mesi prima del suo cinquantesimo compleanno. A 17 anni si era trasferito a Milano per entrare nei frati Ospedalieri di san Giovanni di Dio (i "Fatebenefratelli"), iniziando gli studi come infermiere. E il legame con il mondo dell’accoglienza ospedaliera era sempre rimasto forte nel vissuto del parroco. Nel 2021 don Agostino Cecchin è stato nominato Monsignore. La decisione è stata ufficialmente presa dal Vaticano e comunicatagli dall’allora vescovo di San Miniato. Per l’occasione, a don Beniamino fu organizzata una bellissima ed emozionante festa, a testimonianza dell’affetto che la comunità ha sempre percepito per un parroco che si è fatto volere molto bene da tutti. Una persona umile, intelligente e sempre attenta ai bisogni che provenivano dalla comunità.

Il sindaco di Larciano Lisa Amidei ha voluto ricordare don Beniamino con un breve messaggio: "Il nostro caro don Agostino ci ha lasciato – le sue parole –; l’angelo custode di tanti malati, innamorato della sua parrocchia, dei bambini e di Larciano Castello non è più con noi. Non poteva esserci giorno più giusto per un uomo di fede come lui". Il funerale di don Agostino Cecchin si è tenuto ieri pomeriggio nella sua chiesa di Larciano Castello. Al rito funebre ha partecipato tantissima gente e non sono mancati occhi lucidi, per un saluto a un parroco che ha fatto del bene a profusione alla sua comunità. Anche sui social il parroco è stato rircordato con parole di stima, affetto e gratitudine. "Grande sacerdote e cappellano, ogni giorno tra i malati e il personale negli ospedali di Fucecchio e Empoli"; "al pronto soccorso mentre gestivamo l’urgenza giravamo gli occhi e lui era lì in disparte a sostenerci e pregare" ; " un punto di riferimento per tutti i pazienti come per chi li assisteva con un grande sorriso predicando sempre il bene ".