La mappa del voto: i seggi ai raggi "X". I numeri tra centro, quartieri e frazioni

L’analisi delle elezioni che hanno portato a un ballottaggio storico all’interno della sinistra: ecco le singole percentuali .

La mappa del voto: i seggi ai raggi "X". I numeri tra centro, quartieri e frazioni

La mappa del voto: i seggi ai raggi "X". I numeri tra centro, quartieri e frazioni

di Bruno Berti

Da noi il consenso per la sinistra, quella di governo a livello locale, ha visto svuotarsi, in parte, i granai elettorali abituali, quelli delle frazioni, per il Pci e poi anche per il Pd. Da noi la sinistra dei centri cittadini (o radical chic, se preferite) non era un concetto calzante, anche se, rispetto agli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, le frazioni da un po’ di anni non portavano più il loro contributo di consenso, un patrimonio che andava dal 60% fino all’80, e anche oltre, in alcune realtà. Un cambiamento propiziato dalla crisi della Prima Repubblica, quando l’elettorato di sinistra si mescolò, in un lungo processo, con quello delle formazioni politiche che si rifacevano alle esperienze cattoliche (anche Dc, per intendersi) e socialiste. Se a questo mutamento socio-politico si aggiunge l’effetto di proposte non comprese, quanto meno, dall’elettorato di riferimento (a partire dal caso gassificatore), si può capire come mai Empoli stia vivendo, nel ‘mondo’ del Pd, la novità del ballottaggio a cui la mancanza di circa 100 voti ha portato il candidato sindaco Alessio Mantellassi.

In questo quadro è interessante guardare all’andamento del consenso seggio per seggio, considerando i raggruppamenti di sezioni elettorali compiuti del Comune per sfruttare al meglio gli spazi forniti dalle scuole. Si può quindi vedere come hanno votato i singoli territori: di seguito il centro più Pontorme. Nella sezione 1, che si trova in piazza XXIV Luglio, Mantellassi ha preso il 42,45% dei voti, mentre l’antagonista con cui se la vedrà al ballottaggio, Leonardo Masi (SiamoEmpoli, Buongiorno Empoli e M5S), ha avuto il 22,45%. Nello stesso istituto, il liceo classico, ci sono anche i seggi 3, 8 e 41. Anche lì i futuri duellanti erano sempre in testa, con una prevalenza netta di Mantellassi.

Il seggio numero 2, che si trova in via Fabiani ha visto riproporsi lo stesso schema. Alla scuola elementare di via Adda c’erano i seggi 4, 7 e 9. Al 4 Mantellassi ha sfiorato il 50%, con il 49,11, mentre a inseguirlo era Simone Campinoti del centrodestra con il 21,69, mentre Masi ha ottenuto il 14,32. Al seggio 7 Mantellassi ottiene il 57,94, seguito da Masi con il 21,03. Stesso andamento al 9 con un 53,23 contro un 18,85. All’elementare di via Giusti ci sono i seggi 5 e 14: nel primo Mantellassi ha il 44,51, seguito da Campinoti con il 23,78 e da Masi con il 15,04; nel secondo Mantellassi ha il 52,43, mentre Masi è al quarto posto con l’11,42, superato sia da Campinoti che da Poggianti, l’altro candidato di centro destra. All’elementare di via Baccio da Montelupo ci sono i seggi 6 e 11. Nel primo Mantellassi ottiene il 49,11, seguito da Masi con il 20,45, nel secondo stesso copione, con Mantellassi oltre il 50%.

All’istituto tecnico Ferraris di via Tripoli troviamo le sezioni elettorali 10,12 e 13, Nella prima Mantellassi ha il 46,07, mentre Masi è quarto con il 13,79, Alla 12 Mantellassi raggiunge il 43,81, mentre Masi è terzo, dopo Campinoti, con il 14,79, mentre alla 13 il candidato del Pd ha il 48,20, con Masi, quarto dopo Campinoti e Poggianti, al 14,57. All’elementare di via De Sanctis ci sono i seggi 15,16 e 40. Al numero 15 49,28 a Mantellassi, seguito da Masi con il 20,93. Nella sezione 16 stesso copione: Mantellassi 45,73 e Masi a quota 23,98. Infine, alla 40 stesso andamento: Mantellassi al 52,33 e Masi a quota 21,10. Al seggio dell’ospedale, il 42 in cui votano i degenti, il 66,67% è andato a Mantellassi, mentre Masi ha ottenuto il 3,33%, un voto: nei reparti gli ammalati di sinistra-sinistra e dei 5Stelle latitavano. Alle elementari di Pontorme ci sono i seggi 17, 18 e 32. Nel primo Mantellassi ha avuto il 55,91, mentre Masi è terzo, dopo Campinoti, con il 13,92. Al secondo il candidato Pd si è aggiudicato il 49,57, con Masi ancora terzo, sempre dopo Campinoti, con il 16,88. Al seggio 32 di nuovo Mantellassi in testa con il 48,65 e Masi terzo con il 19,46.