Italia Viva, Calipar è neo presidente: "Puntiamo sullo sviluppo sostenibile"

La decisione dopo il congresso. Dalla sicurezza ai trasporti: ecco il programma

Italia Viva, Calipar è neo presidente: "Puntiamo sullo sviluppo sostenibile"

Florin Calipar, neo presidente di Italia Viva per Empoli e Vinci, è laureato in giurisprudenza e imprenditore locale

Italia Viva ha scelto Florin Calipar come presidente comunale di Empoli e Vinci. La decisione è arrivata dopo il recente congresso di Italia Viva. Calipar, laureato in giurisprudenza e imprenditore locale, è entrato in IV nel 2019 e condivide la visione politica europeista del leader Matteo Renzi. Il neo presidente di zona ha già stilato un programma politico che riguarda vari ambiti. Al primo punto lo sviluppo sostenibile. L’obiettivo, si legge in una nota, è "promuovere un’economia locale dinamica e sostenibile, favorendo l’innovazione e l’attrazione di investimenti". Si punta anche sulla "creazione di nuove opportunità di lavoro e sulla promozione della crescita economica nel rispetto dell’ambiente".

In tema di mobilità e traffico le proposte sono indirizzate a "potenziare i servizi di trasporto pubblico, incoraggiare l’utilizzo di mezzi ecologici e la “smart mobility”, ovvero una mobilità intelligente e a misura di cittadino, dove traffico e parcheggi sono controllati dalle tecnologie digitali". E poi ancora: in tema di ambiente e sostenibilità "tutelare il patrimonio naturale e paesaggistico, promuovendo la gestione sostenibile delle risorse e la protezione dell’ambiente, adottare fonti di energia pulita per contrastare il cambiamento climatico, favorire economia circolare, innovazione tecnologiche per la riduzione e lo smaltimento dei rifiuti".

Il neo presidente auspica anche "partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica e amministrativa, promuovendo la trasparenza e ascoltando le esigenze della popolazione. Si lavorerà per un’amministrazione inclusiva e rappresentativa". Un capitolo è dedicato anche a sicurezza e lotta al degrado. Gli obiettivi? "Partire dal rafforzamento delle forze dell’ordine, gestione

degli immigrati al servizio del territorio, supporto a commercianti e abitanti, favorire i presidi civici per una città sicura e vivibile". Infine cultura e benessere: gli obiettivi sono "promuovere iniziative culturali, artistiche e sportive per arricchire la vita sociale e migliorare il benessere della comunità".