Impianto d’atletica, al via i lavori. Dal sogno alla realtà in diciotto mesi

L’annuncio della sindaca Barnini: "Un’operazione da oltre sette milioni di euro per le scuole e la città". Ecco una pista con otto corsie, un anello per gli sport su rotelle e bici, una tribuna da più di 1.500 posti

Impianto d’atletica, al via i lavori. Dal sogno alla realtà in diciotto mesi

Impianto d’atletica, al via i lavori. Dal sogno alla realtà in diciotto mesi

Empoli, 17 giugno 2024 – "Empoli guarda avanti", scrive la sindaca Brenda Barnini annunciando l’inizio dei lavori in via Sanzio per il nuovo impianto sportivo dell’atletica leggera. Un’operazione dai numeri importanti. "Una pista otto corsie, un anello per gli sport su rotelle e bici, una tribuna da 1.500 posti, una palestra e tanti altri servizi", sottolinea Barnini. Il tutto a disposizione "per il polo scolastico delle scuole superiori e per tutta la città". Un cantiere da sette milioni di euro di investimenti di cui due dalla città metropolitana e cinque con mutuo dal credito sportivo.

Ora si può parlare di conto alla rovescia: 18 mesi di lavori prima del taglio del nastro, secondo il cronoprogramma. Il nuovo polo di atletica a servizio delle scuole di via Sanzio – secondo il progetto – soddisferà i requisiti più moderni che un impianto di respiro nazionale deve rispettare. Un nuovo stadio, di fatto, per il mondo dell’atletica per rilanciare una meravigliosa disciplina sportiva e dare anche ad associazioni ed atleti la struttura che meritano. L’obiettivo dell’operazione – è stato spiegato – è infatti, in primis, favorire l’attività professionale e di avviamento allo sport per i ragazzi.

Il nuovo impianto servirà a sostenere l’associazionismo sportivo, promuovere le diverse discipline e rilanciare lo sport come strumento per la promozione di benessere, di inclusione e di rafforzamento del senso di comunità. Una struttura di livello e grandi capacità. La capienza è di 1514 spettatori, non mancheranno i relativi collegamenti di accesso ed esodo dalla zona e i servizi igienici. La gradinata sarà composta da travi prefabbricate e sarà completamente coperta. L’impianto, sia per quanto riguarda la parte dedicata agli spettatori che per quella degli atleti, risulta completamente accessibile con percorsi di dimensioni adeguate e ascensore che conduce fino alla tribuna.

Al di sotto di questa è prevista la realizzazione di una pista da 60 metri per attività di corsa indoor, spogliatoi per atleti e giudici di gara, una sala pesi, una zona accoglienza e ristoro per i fruitori e i relativi spazi di servizio. Secondo il progetto la pista di atletica occuperà la parte centrale e sarà realizzata con anello regolamentare, e appunto, a otto corsie. Ci sarà anche una pista ad anello perimetrale per pattinaggio e ciclismo. Tutti gli ambienti sono stati progettati in modo da garantire il rispetto delle linee guida della Federazione Italiana di Atletica Leggera: passo finalizzato all’omologazione dell’impianto per la realizzazione di campionati Italiani su pista outdoor.