L'autovelox fisso a Mercatale di Vinci
L'autovelox fisso a Mercatale di Vinci

Montelupo Fiorentino, 8 luglio 2016 - Monte multe quasi raddoppiato rispetto a inizio 2015, con 5.489 verbali. Un velox, quello al km 54+900 sulla Tosco Romagnola a Montelupo, che ha staccato oltre 3.500 verbali, più della metà del complessivo. E un tesoretto da oltre 828mila euro, nei primi sei mesi dell’anno portato a casa da 6 degli apparecchi attivi nel Circondario. Una roba da brividi per gli utenti della strada e da occhio vispo per chi le multe le incassa. Soprattutto se paragonata ai primi sette mesi - uno in più rispetto al dato attuale - del 2015: a quel tempo, il monte velox incassati era fermo a 174.945 euro (3.175 infrazioni), con due postazioni conteggiate in più, sistemate a Cerreto Guidi.

Certo i dati dell’anno in corso parlano di sanzioni accertate (e non ancora incassate), ma a essere altrettanto accertato è il fatto che le postazioni fisse degli autovelox sistemate a Vinci, Fucecchio e Montelupo, si danno un gran da fare. «Colpa degli automobilisti indisciplinati», potrà commentare  qualcuno.Ma i numeri, sia di chi sia la colpa, restano inquietanti. Anche perché, onestamente, la sensazione che si ha scorrendoli col dito è che manchi la cultura della sicurezza. O se vogliamo dirla in altre parole, l’amor proprio per noi che siamo al volante, per chi viaggia al nostro fianco e pure per chi incrociamo strada facendo. Ma questo è un altro discorso.

Tornando ai numeri, tra i tre in gara, la palma di Comune da scansare va a Montelupo Fiorentino: i due apparecchi, entrambi sulla Tosco Romagnola, in sei mesi hanno fatto registrare 3.627 verbali (totale accertato 609.943,88 euro). Con quello al km 54+900, dicevamo, già a quota 3.595 (alias euro 608.109,53) mentre il ‘collega’ è fermo a 32. Un dato che fa riflettere, anche perché, stando ad alcune sentenze del giudice di pace, una bella fetta di irregolarità fotografate da quello 'scatolotto' sono irregolari. Vedi, per fare un esempio, la sentenza dell’avvocato Adelaide Magnelli (giudice di pace di Firenze): il 26 maggio ha annullato 13 verbali collezionati dallo stesso automobilista in meno di un mese, perché «la strada non è extraurbana secondaria». E, dunque, la postazione fissalì non ci può stare.

Fucecchio e i suoi due velox, uno dato alle fiamme appena cinque giorni fa, sono sul secondo gradino del podio dei territori a rischio ‘flash’ e verbale a domicilio: 1.314 le sanzioni al 31 giugno. Con la postazione di San Pierino, ridotta in cenere, a quota 824, quasi il doppio rispetto alla ‘vicina’ ubicata sulla sr 436, ossia la Francesca. In tutto, si parla di accertamenti per 163.463,91 euro dei quali i più, ossia 130.975,94, in arrivo dall’apparecchio incendiato, forte di una media di 5 sanzioni al dì.

Sono ‘appena’ 548 le multe a Vinci, ben al di sotto quota 1.464 fatta registrare nei primi 7 mesi del 2015. Con a farla da padrone il velox sulla provinciale di Mercatale che porta a casa 518 verbali per un valore accertato di 49.749 euro, mentre quello alle pendici del Montalbano (via Pietramarina) è fanalino di coda con 30 multe e un potenziale incasso poco al di sopra dei 5.200 euro