Al supermercato sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Empoli guidati dal capitano Giorgio Guerrini
Al supermercato sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Empoli guidati dal capitano Giorgio Guerrini

Empoli, 26 giugno 2018 - Ha cercato di rubare al supermercato, nascondendo della merce nel marsupio, e quando si è visto scoperto ha ferito una guardia giurata che lo aveva bloccato. Per questo un 31enne, di origini campane ma residente a Empoli, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Empoli. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di domenica a Empoli. Rapina impropria è questo il reato contestato a Vincenzo Assegnati, volto già noto alle forze dell’ordine, entrato in azione verso le 17.30 della giornata di festa tra gli scaffali del Penny Market di Empoli.

Stando a quanto ricostruito dai militari di via Tripoli, poi intervenuti sul posto, il 31enne era entrato all’interno del punto vendita che si trova sulla Tosco Romagnola, come un normale cliente, ma il suo atteggiamento si era presto rivelato sospetto: a dare nell’occhio, l’aria ‘distretta’ con la quale si aggirava tra scaffali e corridoi, quasi senza meta.

Il primo ad accorgersi che qualcosa non andava è stato l’addetto alla sicurezza il quale, a distanza, ha iniziato a seguire i movimenti dello ‘strano’ cliente. Una precauzione che si è rivelata virtuosa visto che, arrivato alla cassa, il 31enne è stato colto in fallo. A incastrarlo è stato il suo marsupio, davvero troppo ‘pieno’ per contenere soltanto documenti e piccoli effetti personali. Così, dopo aver pagato regolarmente alcuni generi alimentari, l’uomo è stato fermato dalla guardia giurata insospettita. Il personale, a quel punto, ha chiesto al cliente di mostrare il contenuto del marsupio, ritenuto troppo ‘gonfio’.

UNA SEMPLICE richiesta inizialmente mal accolta dal giovane che ha pensato bene di rifilare alla guardia un secco no, salvo poi ritornare sui suoi passi e aprire la cerniera del ‘contenitore’: all’interno c’erano alcuni oggetti che non aveva pagato. In totale si trattava di circa 20 euro tra generi alimentari e cosmetici. Il cliente ‘furbetto’ è stato quindi riaccompagnato all’interno del supermercato, a quel punto ha reagito con forza, tentando di divincolarsi: ha spintonato e minacciato l’addetto alla sicurezza il quale, nel frattempo, aveva allertato il 112. Ne è nata una breve colluttazione. A placarla sono stati i carabinieri, al momento della richiesta di intervento poco distanti dal supermercato. La guardia giurata è ricorsa alle cure del pronto soccorso: le sue ferite sono stati giudicate guaribili in quindici giorni. Il 31enne invece è stato portato nelle camere di sicurezza della Compagnia guidata dal capitano Giorgio Guerrini, in attesa del processo per direttissima che si è svolto ieri mattina a Firenze. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti del rapinatore gli arresti domiciliari.