L'aula vuota di una scuola (Foto Spf)
L'aula vuota di una scuola (Foto Spf)

Empoli, 4 dicembre 2018 - L’obiettivo è mettere insieme le risorse necessarie per ristrutturare dal punto di vista termico la scuola primaria «Collodi» di Querce e la scuola dell’infanzia «Il paese dei balocchi» della frazione di Pinete. E’ quindi con questo scopo in agenda che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessio Spinelli ha approvato, in linea tecnica, il progetto che ha per oggetto il progetto centrali termiche a biomasse per le due strutture scolastiche.

Si tratta di un’operazione che comporta una spesa complessiva di 321.675,30 euro di cui 237.105 per lavori e 84.570,30 per somme a disposizione. Per reperire le risorse necessarie, all’incirca 295mila euro viste altre somme recuperate dall’ente, è stato deciso di candidare il progetto al bando regionale ‘Sostegno a investimenti creazione, miglioramento o ampliamento di infrastrutture su piccola scala, compresi gli investimenti nelle energie rinnovabili e il risparmio energetico’.

«L’intervento – precisano dal Comune – potrà essere attivato subordinatamente all’ammissione al contributo pubblico richiesto e al reperimento delle risorse finanziarie a carico del Comune di Fucecchio, previo adeguamento degli atti di programmazione e di bilancio».

Insomma, non resta che attendere per capire se il progetto centrali termiche a biomasse diverrà realtà. Si tratterebbe di un passaggio significativo visto che, si legge nel documento all’albo pretorio del Comune, «gli edifici scolastici comunali della frazione Querce e della frazione Pinete sono attualmente riscaldati attraverso generatori di calore alimentati ad idrocarburi», e che «entrambe le frazioni non sono servite dalla rete del metano». Motivo per cui «per l’amministrazione comunale è di prioritaria importanza portare innanzi interventi».

Alla primaria Fucini di San Pierino sono attesi interventi di manutenzione straordinaria per adeguamento alla normativa all’incendio. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica c’è ed è fresco di approvazione: prevede una spesa complessiva di 47.050 euro di cui 34.500 per lavori e 12.550 per somme a disposizione.

Il 20 novembre scorso, è stato acquisita nota della Regione su ‘Formazione elenco fabbisogni interventi di adeguamento antincendio’ con la quale «la Direzione generale istruzione e formazione della Regione Toscana ha indicato le procedure di presentazione dei progetti di adeguamento antincendio degli edifici di proprietà pubblica adibiti ad istruzione scolastica statale». Qui si inserisce anche il pacchetto fucecchiese.