Istituto Geografico Militare, Firenze
Istituto Geografico Militare, Firenze

Firenze, 7 ottobre 2021 - Torna la grande festa delle Giornate Fai, la più importante manifestazione dedicata al nostro patrimonio artistico e culturale. Una vera e propria festa dei territori, dei suoi tesori e della cultura. Un'opportunità, ogni anno nuova e diversa, per accostarsi a un patrimonio smisurato e policromo, raccontato per l’occasione con l’entusiasmo contagioso di tutti i volontari Fai, impegnati nel diffondere e coltivare la consapevolezza che l’Italia custodisce tesori inestimabili di cui andare orgogliosi. 


Storiche dimore signorili, castelli, borghi, sedi istituzionali, parchi. Con le Giornate Fai d'autunno in Toscana, come nel resto d'Italia, sono diversi i tesori da scoprire. A Firenze si va da Villa Salviati all'Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, e con prenotazione obbligatoria, anche l'Istituto Geografico Militare e Villa Fontallerta, situata alle pendici della collina di Camerata: l'ingresso a quest'ultimo luogo è riservato solo agli iscritti Fai. Ma in tutta la Toscana la due giorni offre la possibilità di ammirare, entrare e visitare luoghi d'eccezione, come il Teatro Goldoni di Livorno.


In provincia di Pisa si potrà visitare Saline, frazione del Comune di Volterra. La località deve il suo nome ai cospicui depositi di salgemma racchiusi nel sottosuolo. A Seravezza sarà aperta la Fondazione Henraux con la sua collezione d'arte di opere dedicate al marmo. Fondata nel 1821, Henraux Spa è una delle più grandi aziende del settore lapideo a livello internazionale ed è attiva in tre ambiti nei quali il marmo gioca un ruolo fondamentale: architettura, design e arte. Il cuore pulsante dell’azienda è il Monte Altissimo, i cui marmi pregiati furono apprezzati anche da Michelangelo Buonarroti, che volle utilizzarli per la facciata di San Lorenzo a Firenze.

Sono alcuni dei luoghi che saranno aperti in Toscana il 16 e 17 ottobre per la decima edizione della Giornate Fai d'autunno.

Ad Arezzo i visitatori potranno fare il percorso 'Arezzo e le sue acque', una indagine sulla storia della città e il suo rapporto con l'acqua e il fiume Castro. A Grosseto apre invece il Centro Militare Veterinario e il Reggimento 'Savoia Cavalleria' con prenotazione obbligatoria,  il cui museo offre una sintesi della storia trisecolare di una delle unità più antiche dell'Esercito italiano.

A Capannori in provincia di Lucca, sarà possibile fare una passeggiata tra antiche ville per scoprire il Borgo delle Camelie, luogo dove ha trovato il proprio habitat il fiore orientale mentre a Monsummano Terme (Pistoia) gli iscritti Fai potranno ammirare il borgo di Montevettolini e le stanze segrete di Villa Borghese. A Vernio (Prato) sarà visitabile la Rocca, che fu la sede comitale del Feudo di Vernio, prima di proprietà dei conti Alberti e, dal Trecento fino alla fine del dominio feudale avvenuto nel 1797, dimora estiva dei Bardi, ricchi banchieri fiorentini. Infine a Cetona in provincia di Siena, si potrà fare un percorso per il centro storico che si distingue per la fitta trama di vicoli e scorci di paesaggio che si alternano lungo le strade. 

Maurizio Costanzo