Dalla Toscana a Roma: 250 bambini incontrano il Papa

Da Firenze, Arezzo, Pisa, Prato, Pistoia e Siena, con i loro accompagnatori, si uniranno all’incontro dei bambini di tutto il mondo con il Santo Padre

Papa Francesco incontra i bambini (foto Ansa)

Papa Francesco incontra i bambini (foto Ansa)

Firenze, 4 novembre 2023 – Saranno 250 i bambini toscani, provenienti da Firenze, Arezzo, Pisa, Prato, Pistoia e Siena, con i loro accompagnatori che lunedì 6 novembre incontreranno Papa Francesco a Roma, nell’Aula Paolo VI in Vaticano, in occasione di I bambini incontrano il Papa. All’evento prenderanno parte oltre 7 mila bambini provenienti da 84 Paesi. Il Gruppo Fs, attraverso Trenitalia – società del proprio Polo Passeggeri – sarà il vettore principale dell’evento: 8 i treni straordinari (con circa 4000 bambini) e 30 gli autobus speciali (con 1450 bambini) che accompagneranno i giovanissimi protagonisti della giornata verso l’incontro con il Santo Padre. I bambini toscani arriveranno a Roma a bordo di un treno dedicato che partirà alle 8.30 da Firenze Campo di Marte. La giornata sarà un’onda di pace, un sorriso di pace. Un momento speciale in cui i bambini saranno al centro – ha dichiarato padre Enzo Fortunato, coordinatore dell’evento - ma anche un'opportunità per tutti gli adulti di crescere, di riscoprire l'importanza della purezza, dell'innocenza e dell'amore che solo i più piccoli possono portare nel mondo. Sarà un appuntamento dedicato a nutrire la speranza e a costruire un futuro migliore per tutti noi attraverso l'ispirazione che i bambini possono offrire».

Durante l’evento, dove si esibiranno sul palco il Piccolo Coro dell'Antoniano e il cantante Mr. Rain, quattordici bambini di diverse nazionalità rivolgeranno alcune domande al Santo Padre sui temi a loro più cari: ambiente, pace, fratellanza universale e diseguaglianze sociali. L’incontro è organizzato in sinergia con il Dicastero per la Cultura e l'Educazione della Santa Sede, la Comunità di Sant'Egidio, la Cooperativa Auxilium, Trenitalia e Busitalia (società del Gruppo FS Italiane), gli Uffici Scolastici Regionali e con il sostegno del mondo francescano, della Fondazione PerugiAssisi e della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

"Si tratta di un incontro per manifestare il sogno di tutti – ha sottolineato Papa Francesco annunciando l’iniziativa -. Tornare ad avere sentimenti puri come i bambini, perché a chi è come un bambino appartiene il Regno di Dio. I bambini ci insegnano la limpidezza delle relazioni e l'accoglienza spontanea di chi è forestiero e il rispetto per tutto il creato". "Cari bambini - conclude -, vi aspetto tutti per imparare anch'io da voi". Non è la prima volta che il Papa incontra gruppi di bambini e si confronta con le loro sollecitazioni. Ma quest'iniziativa, non solo per la sua universalità, si presenta di particolare significato.