Avaria su traghetto diretto a Bastia: odissea di 12 ore per i passeggeri

Il racconto di Angela Colzi di Prato: "Prigionieri a bordo senza i formazioni"

Avaria sul traghetto, odissea per i passeggeri
Avaria sul traghetto, odissea per i passeggeri

Livorno, 2 giugno 2022 - Un'odissea durata quasi dodici ore questo giovedì 2 giugno, e tutto ciò per raggiungere Bastia partendo da Livorno a bordo del traghetto Moby Vincent della Moby Line. A raccontare questa vicenda è uno dei passeggeri,  Angela Colzi di Prato, in viaggio con marito e amici per godersi qualche giorno di riposo per il ponte del 2 giugno.

“Il traghetto Moby Vincent delle 8 che doveva lasciare Livorno in direzione Bastia, ha avuto un guasto a un motore ed è partito con 4 ore di ritardo. Ci è stato offerto un pranzo ed una bottiglietta di acqua. Siamo poi usciti dal porto trainati da due rimorchiatori, dopodiché abbiamo viaggiato con un solo motore funzionante fino al porto di  Bastia. Arrivati in Corsica alle 16.30, il portellone di prua non si è aperto. Alle 18.35 eravamo ancora bloccati sul traghetto“.

Prosegue Angela Colzi: “Ci hanno comunicato all’arrivo a Bastia che avrebbero girato il traghetto per farci uscire di poppa, ma dopo due ore eravamo ancora fermi e tutti bloccati a bordo senza sapere quando sbarcare… Molti erano esaspersti. Da quando siamo saliti alle 7.30 del del 2 giugno dopo 11 eravano ancora sequestrati senza avere notizie“. Poi il miracolo: dopo due ore di tentativi il personale del traghetto c'è l'ha fatta ad sbloccare il portellone di prua del Moby Vincent. Così passeggeri e mezzi sono scesi.

M. D.