Marciano della Chiana: Amministrazione da sempre contro le discriminazioni. Sostegno alla consigliera Lorenza Amendola e ferma condanna ad ogni forma di pregiudizio

De Palma: "Chiediamo che questo clima accusatorio cessi immediatamente”

Arezzo, 11 luglio 2024 – In risposta alle recenti notizie e accuse infondate che hanno colpito la consigliera di minoranza Lorenza Amendola, l'Amministrazione Comunale di Marciano della Chiana desidera esprimere pubblicamente il proprio sostegno alla consigliera e condannare con fermezza ogni forma di pregiudizio e discriminazione.

"Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla consigliera Lorenza Amendola, che ha subito attacchi ingiustificati e dolorosi basati su pregiudizi superficiali.” A dirlo è Maria De Palma, Sindaco di Marciano della Chiana. “È inaccettabile che nel nostro Comune si debbano ancora affrontare simili discriminazioni legate all'aspetto fisico delle persone e ci opponiamo fermamente a ogni forma di etichettamento e pregiudizio."

Il Sindaco Maria De Palma, insieme alla giunta e a tutto il gruppo di maggioranza, ribadisce che la politica del Comune di Marciano della Chiana è improntata al rispetto, alla tolleranza e alla valorizzazione di ogni individuo, indipendentemente dalle proprie scelte personali o dal proprio aspetto fisico. "Siamo certi che queste illazioni provengano da persone che nulla hanno a che fare con i valori e con l'idea di politica che intendiamo portare avanti in questa consiliatura," ha dichiarato il Sindaco De Palma.

Nei primi cinque anni di governo, la nostra Amministrazione si è sempre battuta, attraverso l'assessorato alle pari opportunità e non solo, affinché tutti avessero pari dignità e nessuno venisse mai discriminato sia per genere, età o altro. Continueremo a difendere questi principi fondamentali per il benessere della nostra comunità.

"Invitiamo tutti i cittadini a riflettere sull'importanza di non giudicare gli altri basandosi su apparenze o stereotipi", ha aggiunto il Sindaco De Palma.

L'Amministrazione Comunale si è sempre impegnata e continuerà a farlo per creare un ambiente di inclusione e rispetto, dove ogni cittadino possa sentirsi libero di esprimere la propria identità senza paura di essere giudicato. Questo episodio ci ricorda quanto sia importante continuare a promuovere la cultura del rispetto e della comprensione reciproca.

"Chiediamo che questo clima accusatorio cessi immediatamente e che la nostra comunità si unisca per sostenere tutti coloro che affrontano con coraggio le sfide della vita. Solo attraverso il rispetto e la solidarietà possiamo costruire una società più giusta e inclusiva", ha concluso il Sindaco Maria De Palma.