Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
3 lug 2022

Tragedia sulla Marmolada: "Il destino ci ha salvati, il giorno prima eravamo lì"

Andrea Gambogi e la compagna Tiziana sono alla Maratona delle Dolomiti. Sabato hanno fatto un’escursione nello stesso luogo dove ieri c’è stata la valanga

3 lug 2022
cristiano consorti
Cronaca
Il lucchese Andrea Gambogi insieme alla compagna Tiziana sulla Marmolada
Il lucchese Andrea Gambogi insieme alla compagna Tiziana sulla Marmolada
Il lucchese Andrea Gambogi insieme alla compagna Tiziana sulla Marmolada
Il lucchese Andrea Gambogi insieme alla compagna Tiziana sulla Marmolada

Lucca, 4 luglio 2022 -  Quando ieri pomeriggio hanno appreso la notizia ed hanno realizzato che il giorno prima – più o meno alla stessa ora – anche loro si trovavano nel punto in cui si è verificata la tragedia, lì per lì si sono sentiti leggermente mancare. A ieri sera il bilancio infatti parlava 6 morti nel crollo di un seracco sulla Marmolada. Il soccorso alpino altoatesino riferiva anche di uno o due dispersi e di 8 feriti. A ripercorrere quetsi giorni e queste ultime ore è Andrea Gambogi, ex consigliere comunale durante l’amministrazione del sindaco Pietro Fazzi a Lucca e imprenditore turistico, appassionato di trekking e di alpinismo. Andrea si trova infatti in questi giorni a Corvara insieme alla compagna Tiziana. Sono arrivati in Trentino Alto Adige per partecipare alla Maratona delle Dolomiti. Poi, dal momento che sono appassionati di alpinismo, i due giovani hanno deciso – sabato – di partire per il lago Fedaia. «Dovevamo arrivare a Punta Penia - racconta Gambogi - a circa 3.343 metri di altitudine. Tra l’altro gli ultimi 600 metri sono sul ghiaccio". Andrea Gambogi poi fa una precisazione molto importante quando sia va a fare alpinismo o comunque trekking in montagna. "Siamo partiti super attrezzati - aggiunge - vista anche la mia esperienza: io ho partecipato tra le altre cose a due spedizioni sull’Himalaya nel 2007 e nel 2010. Dunque come dicevo avevamo con noi corde, ramponi, caschi e tutto il necessario. So quanto sono importanti le attrezzature e l’importanza di affrontare un ghiacciaio, specialmente d’estate, nelle ore più fredde. In questo momento in cui stiamo parlando tra l’altro continuano a cadere pezzi". «Siamo arrivati così al rifugio Capanna Ghiacciai Marmolada - prosegue Gambogi - : abbiamo però notato che le condizioni erano pessime con crepacci aperti e rocce che ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?