Mimosa, fiore simbolo della festa della donna
Mimosa, fiore simbolo della festa della donna

Firenze, 8 marzo 2021 - Anche la Giornata internazionale della donna deve fare i conti con le restrizioni legate alla pandemia, ma trova nuove strade per continuare la riflessione sui diritti, sulla parità di genere e purtroppo anche sulla violenza. Ricco il programma di eventi in Toscana, eccoli provincia per provincia

FIRENZE

Firenze s’illumina di giallo mimosa: l’illuminazione speciale, a cura di Silfi spa, avrà luogo nelle serate del 7 e dell’8 marzo e riguarderà le sei porte storiche della città, Porta San Gallo in piazza della Libertà, Porta alla Croce in piazza Beccaria, Porta San Niccolò, Porta Romana, Porta San Frediano e Porta al Prato, la Basilica di San Miniato al Monte, il loggiato dell’Istituto degli Innocenti dalle 18,30 per tutta la notte e lo Stabilimento Chimico Farmaceutico militare solo nella sera dell’8 marzo dalle 18,30 alle 22.

L’8 marzo alle 12,30 avverrà l’intitolazione di un giardino sul lungarno Colombo a Tina Anselmi, partigiana, sindacalista, parlamentare e prima donna ministro della Repubblica Italiana. Parte così da Firenze «La Geografia delle donne», il progetto di Vanity Fair dedicato alle figure femminili che hanno cambiato il tessuto sociale, culturale, politico ed economico dell'Italia e del mondo con imprese importanti, storie straordinarie e percorsi innovativi.

Alle 18 dal salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio in diretta streaming si terrà l’evento "Donne a confronto - (in)Visibili: le storie, l’impegno, i sacrifici e i successi di tante donne di oggi, con uno sguardo rivolto al domani", con un ospite speciale, la giornalista Giovanna Botteri e cui il il sindaco consegnerà le chiavi della città.

Una mostra in memoria di Michela Noli. Paola Alberti in collaborazione con il Quartiere 4 del Comune di Firenze ha organizzato la mostra online "Io, Michela", dedicata alla figlia Michela Noli e a tutte le donne vittime di violenza. La violenza femminile è un fenomeno contro cui la cultura risponde con tutta la sua potenza mediatica. L’arte, dal canto suo, la combatte nelle sue diverse forme espressive ed esperienziali, cercando di sensibilizzare ed educare il mondo e così ha fatto Paola con i suoi dipinti, testi e canzone “è troppo presto” con la quale accompagna la visione del catalogo. Paola Alberti è una mamma fiorentina, che per ricordare la figlia Michela Noli, vittima di femminicidio, ha dato vita ad una canzone (il testo e la voce sono suoi, la musica del marito Massimo) dedicata al suo angelo biondo, dal titolo "È troppo presto". Tutti gli anni, il 15 maggio, da quando Michela è scomparsa nel 2016, Paola, dava lo start dalla panchina rossa dedicata a Michela ad una corsa per la figlia con tante persone e bambini con la maglia rosa. L'emergenza Covid anche se non permette di organizzare la corsa, non ferma il ricordo di Michela. "La corsa sarebbe partita dal giardino intitolato a Michela, in via Torcicoda a Firenze, e avremmo devoluto il ricavato all'associazione Artemisia per aiutare donne e bambini in difficoltà. È nata, infatti, per mantenere vivo il ricordo di Michela e per far capire l'importanza di un cambiamento di pensiero. Alla base di tutto ci deve essere il rispetto verso gli altri, ma soprattutto verso noi stessi e verso la vita, che nessuno ha il diritto di togliere". Paola Alberti ha scritto anche una lettera a Michela nel libro "Lettere senza confini", curato da Gaia Simonetti con altre 5 mamme, che raccoglie le lettere si madri a figli che non ci sono più e ha scritto il libro "Io Michela".

Att e Ristoratori Toscana lanciano la “Festa della donna solidale”: l’8 marzo, ordinando pranzo o cena in uno dei ristoranti fiorentini aderenti – attualmente sono 13, ma la lista è in aggiornamento – si devolve un euro all'Att, l'Associazione Tumori Toscana. Un piccolo gesto per rendere omaggio alle donne e, nello stesso tempo, aiutare i malati oncologici.

Alle 21.30 QuinteOFF, in collaborazione con Associazione Artemisia e Toscana Aeroporti, presenta “Alfabeto al femminile: storie vere, storie di donne. In diretta streaming sul canale YouTube di Quinte OFF, ha come finalità la raccolta fondi per sostenere *Associazione Artemisia Centro antiviolenza.

Le Curandaie Aps, ha organizzato una mostra di opere diffuse nella zona delle Cure, grazie al Comune di Firenze - Quartiere 2 ed in collaborazione con lo Studio Arpia. All’interno dei negozi sarà disponibile la mappa che indicherà il percorso della mostra diffusa, visitabile quindi all’aperto ed in tutta sicurezza. A fare da madrina all’inaugurazione lunedì 8 marzo sarà Daniela Morozzi. La mostra sarà aperta fino all’8 aprile.

Le biblioteche comunali hanno predisposto un programma ad hoc “Si scrive marzo, si legge donna” dedicato proprio all’universo femminile e a tutti i sentimenti che lo abitano: percorsi bibliografici, proposte di lettura e incontri online. Programma completo su https://cultura.comune.fi.it/

In vista dell’8 marzo sui profili social del Comune di Firenze ha preso via #GrandiDonneaFirenze, una rassegna che per tutto il mese di marzo vedrà sulle pagine Facebook e Instagram Città di Firenze post dedicati a storie di donne conosciute da tutti o che invece, nonostante abbiamo influenzato e contribuito alla storia della nostra città sono poco o per niente conosciute, rimaste nell'ombra della storia.

Un dente rotto, una lesione sul labbro, un'ecchimosi sul volto possono essere i campanelli d'allarme di un maltrattamento. Così l'odontoiatra può diventare sentinella antiviolenza. L'idea viene lanciata dall'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze, che insieme alla Commissione Albo degli Odontoiatri di Firenze e Fondazione Andi onlus hanno organizzato per la Giornata Internazionale della Donna, il webinar “Odontoiatri sentinelle contro la violenza sulle donne e sui minori: l’importanza della prevenzione e dell’intercettazione precoce del fenomeno”, in programma l'8 marzo

Sono imprenditrici, ma prima di tutto donne. Per lanciare a tutte un messaggio di coraggio, solidarietà e speranza, in occasione della Festa della Donna una dozzina di loro si ritroverà l'8 marzo alle 9.30 a Firenze al Piazzale Michelangelo per un flash mob, organizzato da Confartigianato Imprese Firenze: ognuna poserà, sullo sfondo della città, con un ramo di mimosa in mano e un cartello che indica il proprio settore di attività.

Gli Uffizi per celebrare la Giornata internazionale della donna di lunedì 8 marzo hanno pensato a una clip su Facebook racconterà le storie di Caterina de’ Medici, Vittoria della Rovere e Anna Maria Luisa de’ Medici: tre personalità più forti del loro tempo e per questo entrate nella storia.

A Fiesole a causa dell’emergenza sanitaria, non sarà possibile la tradizionale consegna della stampa di autore alle donne di Fiesole, come omaggio per la Festa Internazionale della Donna. Il Comune pubblicherà le 53 immagini distribuite dal 1969 a oggi, attraverso una pagina approntata per l’occasione sul sito ufficiale del Comune di Fiesole. “Per non interrompere la tradizione” - dice il Sindaco, Anna Ravoni - “mi fa piacere che anche l’8 marzo del 2021,  venga ricordato con un’opera d’arte dedicata alle donne, anche se solo pubblicata on line. Si tratta del “Ritratto di giovane donna”, (olio su tela) un’opera del 1941 di Primo Conti, di proprietà del Comune. E’ questa l’immagine con cui quest’anno l’Amministrazione comunale augura un buon 8 marzo a tutte le donne”.

AREZZO

"Ogni giorno è l’8 marzo” è il titolo della campagna di sensibilizzazione curata dall’assessorato alle pari opportunità in vista della festa della donna, che culmina lunedì con un video che riporterà la testimonianza di quattro protagoniste delle istituzioni locali. Debutta l’8 marzo, in doppia replica alle 18:30 e 21:30, trasmesso live streaming dal Teatro Verdi di Monte San Savino e in replica il 9 marzo, alle 21:30, live streaming dal Teatro Rosini di Lucignano -, e visibile al pubblico sulla piattaforma ilsonar.it, “In Arte son Cisciotta" la nuova produzione teatrale di Officine della Cultura liberamente ispirata a “Don Chisciotte della Mancia”.  Una festa della donna all’insegna della risata con i Noidellescarpediverse alle 22: è in programma la nona puntata di “Prove Live” che proporrà un’ora di cabaret dedicato all’universo femminile con diretta streaming sulla pagina facebook e sul canale youtube dell’associazione culturale aretina

GROSSETO

In un periodo in cui gli episodi di violenza sulle donne non accennano a diminuire il Club Soroptimist di Follonica e delle Colline Metallifere inaugurerà lunedì per la "Festa della Donna" alle 10 una panchina rossa all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di Massa Marittima.

LIVORNO

Flash mob tutto al maschile lunedì 8 alle 18  in piazza del Municipio. Sindaco, assessori e consiglieri comunali, nel pieno rispetto delle normative Covid, insceneranno una protesta silenziosa contro la violenza sulle donne. Edifici illuminati la sera di lunedì 8 marzo. Si tingeranno di rosa il Palazzo Comunale, il Cisternino di Città e il Gazebo alla Terrazza Mascagni. Dalle 9.30 incontro online dal titolo "La grande madre e le sue figlie nel mito e nel cinema" Tra le altre iniziative, lo spettacolo in streaming "Deve trattarsi di autentico amore per la vita" in scena lunedì 8 marzo alle 21 al Teatro Goldoni.

LUCCA

"Viaggio attraverso la bellezza" è l’evento online realizzato dalle pari opportunità in occasione del prossimo 8 marzo. Sulla pagina facebook del Comune, alle 21 verrà proposto uno scampolo di bellezza dedicato a musica, arte e parole declinate al femminile. A condurre sarà Massimo Marsili, direttore della Fondazione Giacomo Puccini. Parteciperanno Beatrice Venezi, direttore d’orchestra di fama internazionale, Fabio Genovesi scrittore, Francesca Cardini al pianoforte, Federica Finardi Goldberg al violoncello, Letizia Fallanca ballerina di danza classica, Francesca Maionchi soprano, Deborah Scotto al pianoforte.

MASSA CARRARA

Cinema Garibaldi Carrara celebra "La Giornata della Donna". Una riapertura "simbolica" a un anno dalla chiusura, e per denunciare una violenza di genere ancora troppo diffusa. Contro ogni chiusura mentale e culturale è lo slogan scelto dal Garibaldi Carrara con  FICE-Federazione Italiana Cinema d'Essai per la propria iniziativa,in programma lunedì 8 marzo. Una data simbolica, quella dell'8 marzo, che cade ad un anno esatto dopo la chiusura generalizzata dei cinema in Italia e che coincide con la Giornata Internazionale della Donna. L'appello a riaprire simbolicamente alle ore 20 i cinema d'essai è rivolto alle oltre 500 sale d'essai, con la programmazione di film che parlano di donne, della loro lotta quotidiana, con un forte messaggio di condanna verso ogni violenza di genere.

PISA

A Pisa alle 10 la piantumazione di una mimosa nel Giardino “Otto Marzo”. Alle 12 la consegna della mimosa a Donne in uniforme, dottoresse, infermiere, categorie che si sono distinte nella fase dell’emergenza sanitaria. Tra i tanti appuntamenti online, il webinar “Algoritmi e discriminazione di genere. Le Donne sostengono l’altra metà del cielo”. “Pandemia e occupazione femminile”.

PISTOIA

L’Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, dedica le ‘erbe aromatiche’ alle donne. Ogni persona potrà ricevere un kit con 2 piante di erbe aromatiche profumate a fronte di una donazione di 10 euro.

PRATO

L’8 marzo sarà trasmesso online il video ‘L’importanza di chiamarsi donna’ realizzato col patrocino della Regione Toscana. Il 10 marzo alle 17 ‘Libertà e lavoro’, dibattito online cui parteciperà l’attrice Daniela Morozzi.

SIENA

Incontri, teatro, libri, webinar per la festa della donna. La Provincia di Siena ha coordinato il cartellone degli eventi on line organizzati a marzo nel territorio. ‘Cinque storie di donne esemplari: Enrica Calabresi, Anna Maria Enriques Agnoletti, Eda Pelagatti, Fioretta Mazzei, Neera Fallaci’: è il leit motiv della diretta del webinar promosso dalle 9 alle 13,dal Centro Internazionale di studi sul Religioso Contemporaneo di San Gimignano, con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana. I sipari virtuali del Teatro ‘Vittorio Alfieri’ di Castelnuovo Berardenga e del Teatro del Popolo di Rapolano Terme si alzano per gli spettacoli del progetto ‘Red Carpet Women … e il tappeto lo porta lei’, format tutto al femminile. Dalle 21,15, sarà visibile sul canale YouTube Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e sulla pagina Facebook del Teatro Vittorio Alfieri e del Teatro del Popolo di Rapolano Terme, l’intervista dell’attrice Katia Beni alla collega Beatrice Visibelli, realizzata sul palcoscenico del Teatro delle Spiagge di Firenze. Fra l’altro, in questa settimana, a Montepulciano, allestimento vetrine a tema ‘È successo che una donna. L’impegno al femminile genera successi’; il 20 marzo la premiazione. Alla Biblioteca Comunale di Cetona, “Segnalazioni di libri sui temi delle conquiste femminili e della parità dei diritti tra uomo e donna’. Arci Siena aps celebra il valore della figura femminile con Marilù Oliva, scrittrice e saggista bolognese: alle 18, presenterà in una diretta sulla Pagina Facebook di Arci Siena il suo ultimo libro ‘Biancaneve nel Novecento’, Solferino Editore. Proseguono gli incontri del Centro antiviolenza ‘Donne Insieme Valdelsa’ che si prepara a presentare l’appuntamento dell’8 marzo. In scaletta un intervento dell’associazione valdelsana Incanto. In particolare, la cantante Alice Spinelli, con la sua bella voce, celebrerà la Festa delle Donne con un pomeriggio di musica e parole. Come sempre, sarà online alle 18 sulla pagina facebook dell’associazione ‘Bottega Roots’ che ospita virtualmente l’iniziativa.

 

Maurizio Costanzo