ANGELA BALDI
Cronaca

Il Gruppo Estra si classifica tra “le aziende più attente al clima” in Italia secondo i risultati della ricerca Statista- Pianeta 2030

Oltre 600 le aziende analizzate, Estra al 19esimo posto tra le imprese del settore energia

macrì

macrì

Arezzo, 5 febbraio 2024 – Il Gruppo Estra, tra gli operatori leader nel Centro Italia nel settore della vendita e distribuzione di gas naturale, attivo anche nella produzione di energia da fonti rinnovabili e nell’efficientamento energetico, si classifica tra le aziende più attente al clima in Italia.

La ricerca 2024, stilata dall’istituto Statista in collaborazione con Pianeta 2030-Corriere della Sera, vede coinvolte oltre 600 aziende operanti nel Paese, selezionate tra quelle con il maggior fatturato o quotate in Borsa. La classifica, giunta quest’anno alla sua terza edizione, analizza il valore delle emissioni prodotte dirette (Scope 1) e indirette (Scope 2) di CO2 totalizzate dalle imprese in relazione al loro fatturato, nel periodo tra il 2020 e il 2022

Dall’indagine emerge come il settore della produzione energetica sia tra quelli più sensibili all’ambiente, come conferma la posizione ottenuta da Estra. Più nel dettaglio, il Gruppo si posiziona in graduatoria al 19esimoposto tra le imprese del settore “energia e approvvigionamento delle materie prime” e al 66esimo posto sul totale delle aziende coinvolte complessivamente.

“Il posizionamento ottenuto conferma la validità del percorso intrapreso in questi annida Estra e l’impegno costante del nostro Gruppo verso la realizzazione degli obiettivi green di sostenibilità nel contesto macro della transizione energetica” – ha dichiarato Francesco Macrì, Presidente di Estra. “Alla base di tutto c’è l’investimento in innovazione e l’attenzione allo sviluppo di una cultura ambientale che permea il nostro Gruppo a tutti i livelli.”

Nel 2022 le emissioni prodotte dal Gruppo Estra di Scope 1 (da combustione) e di Scope 2 (location based) sono state pari complessivamente a 11.557 tonnellate di CO2 con un fatturato di 1.177 milioni di euro, rispetto alle 10.246 del 2020 con un fatturato però di 760,7 milioni di euro.

Nel 2022 le emissioni evitate dal Gruppo Estra attraverso la produzione di energia da fonte rinnovabile e da interventi di efficientamento energetico sono state pari complessivamente a 13.961 tonnellate di CO2.

In particolare, la quantità delle emissioni evitate di CO2 per interventi di efficientamento energetico è aumentata del 68,9% passando dalle 389 tonnellate del 2021 alle 657 tonnellate del 2022.

Le emissioni evitate grazie alla produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, sono state, inoltre, complessivamente pari a 10.136 tonnellate di CO2 in aumento del 6% rispetto al 2021, per effetto dall’aumento di produzione di energia elettrica degli impianti fotovoltaici.

Estra

Il Gruppo Estra, tra gli operatori leader nel Centro Italia nel settore della distribuzione e vendita di gas naturale, attivo altresì nella vendita di energia elettrica, nasce nel 2010. Ad oggi i 4 soci di Estra (Alia, Coingas, Intesa e Viva Energia), rappresentano gran parte dei Comuni delle province di Ancona, Arezzo, Firenze, Grosseto, Macerata, Pistoia, Prato e Siena. Il Gruppo Estra opera, attraverso società controllate, in joint venture e collegate, prevalentemente in Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Calabria e Sicilia ed è attivo nella distribuzione e vendita di gas naturale e di gpl, nella vendita di energia elettrica, nonché nelle telecomunicazioni, nella progettazione e gestione di servizi energetici, nella produzione di energia da fonti rinnovabili e nella gestione di rifiuti.