Furti in casa, arrestati tre uomini protagonisti di almeno undici colpi

I malviventi sono stati presi all’interno di una casa di Legnaia, a Firenze, dove è stata recuperata anche parte della refurtiva

Carabinieri, foto di repertorio

Carabinieri, foto di repertorio

Firenze, 9 febbraio 2024 – Almeno undici colpi, tra riusciti e tentati, messi a segno tra Greve in Chianti, San Casciano e, in generale, la provincia senese. 

Per fortuna i carabinieri hanno trovato i tre uomini responsabili di una serie di furti nelle case tra Firenze e Siena. Si tratta di tre cittadini albanesi, senza fissa dimora, di età tra i 25 e i 30 anni, che sono stati bloccati dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Firenze in un'abitazione nel quartiere di Legnaia, a Firenze.

Per gli investigatori, quella casa sarebbe stata usata come ‘base’ per la preparazione dei colpi.

A far partire le indagini, la denuncia di furto in abitazione presentata a inizio gennaio da una donna residente a Greve.

Da lì, le indagini hanno poi permesso di ricollegare i presunti autori di altri furti. 

Ad agire è stata una vera banda di professionisti, capace di operare con efficacia muovendosi a bordo di una berlina di grossa cilindrata, in modo da assicurarsi la fuga dopo aver depredato di ogni bene le abitazioni prese purtroppo di mira.

L’autista del gruppo di criminali si appostava in strade isolate. Poi, i ladri si tenevano in costante contatto così da poter sapere immediatamente dell'eventuale arrivo di pattuglie delle forze dell'ordine.

Per entrare nelle abitazioni sono state distrutte porte e finestre con martelli di grosso calibro, smerigliatrici, scalpelli e piedi di porco. Attrezzi da scasso sono stati trovati nell'appartamento a Legnaia al momento del fermo, insieme ad alcuni oggetti rubati, come gioielli in oro e pietre preziose, subito restituiti ai proprietari. I carabinieri hanno anche sequestrato due auto in uso agli indagati, di cui una di grossa cilindrata.